Sparatoria e investimento tra famiglie rom rivali a Bergamo

Sparatoria e investimento tra famiglie rom rivali a Bergamo

10 agosto 2017, 19:27
I carabinieri di Bergamo hanno arrestato 4 persone coinvolte in una rissa avvenuta il l'8 agosto nel centro di Trescore Balneario, nel corso della quale in piazza Pertini, antistante il locale Ospedale, sono stati esplosi numerosi colpi d’arma da fuoco. Le indagini hanno permesso di ricondurre l’episodio a una discussione tra famiglie rom rivali, avvenuta all’esito di un incontro “chiarificatore” chiesto dagli stessi protagonisti con l’intento di appianare vecchie rivalità, nel corso della quale, in un crescendo di violenza, sono state impiegati anche bastoni, asce, armi da fuoco (due pistole cal. 7,65 e 9x21) e le stesse  autovetture dei contendenti (due Hammer H3 e un Alfa Romeo 166), utilizzate per speronare quelle degli avversari. Almeno 8 i colpi di pistola esplosi, uno dei quali ha colpito l’autovettura di un dipendente dell’Ospedale, rimasto fortunatamente illeso, che in quel momento stava raggiungendo il luogo di lavoro. Nel contesto dell’operazione è stato denunciato anche un uomo di nazionalità marocchina, assoldato come “body guard” da uno dei contendenti dietro corrispettivo di 100 euro. Le quattro persone arrestate (tra cui una donna e i suoi due figli), di età compresa tra i 24 e i 40 anni, si trovano attualmente ristrette nel carcere di Bergamo per i reati di rissa aggravata, lesioni aggravate e porto illegale di armi da fuoco.  (Video del Carabinieri di Bergamo)