"Il lago sta morendo oggi". Il j'accuse della sindaca Anselmo all'Acea. Video 

"Il lago sta morendo oggi". Il j'accuse della sindaca Anselmo all'Acea. Video 

24 luglio 2017, 17:10
La resa dei conti tra la sindaca 5 stelle di Anguillara, Sabrina Anselmo e i vertici del Movimento romano si è giocata in poche ore nella prima mezza giornata di giovedi scorso (20 luglio), quando Anselmo, al rientro da una riunione alla Regione Lazio, ha trovato sul suo tavolo la busta anonima contenente la rivelazione sulla sua precedente condanna penale. Proprio nel corso di quella riunione si è consumato lo strappo politico evidente tra Sabrina Anselmo da una parte e Luca Montuori, Assessore all’Urbanistica della Giunta Raggi, e Paolo Saccani, presidente di Acea, dall’altra. Secondo quanto spiegato in una intervista oggi dalla Anselmo, sarebbe proprio questa sua battaglia in difesa del lago di Bracciano all’origine del suo scontro con il Movimento 5 Stelle. Quella riunione era stata convocata dall’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Fabio Refrigeri a seguito di un precedente incontro in cui la Regione Lazio, dopo aver accolto le richieste dei comuni del Lago di Bracciano, Il Parco e il Consorzio di Navigazione del Lago di Bracciano, aveva chiesto all’Acea di prendere le contromisure necessarie a evitare il blocco della captazione. A distanza da quella prima riunione Saccani spiegò che per Acea sarebbe stata impossibile qualsiasi riduzione delle derivazioni (1058 litri secondo a luglio) dal Lago di Bracciano e l’Assessore capitolino Luca Montuori lo sostenne appellandosi alla emergenza in corso. Agi ha il video dell’intervento della Anselmo e della sua ferma replica alle posizioni di Saccani e di Montuori. “Non è possibile parlare di emergenza adesso, noi è da novembre che cerchiamo di farlo presente su tutti i tavoli”, ha esordito Anselmo che ha poi continuato anche richiamando all’attenzione l’assessore Montuori che si era distratto per parlare con Saccani. “Il fatto che voi non conosciate l’entità del problema (la crisi idrica del lago di Bracciano e le sue ripercussioni sull’approvvigionamento a Roma, n.d.r) non può ricadere sul dato che sta vivendo il lago”. “Abbiamo tenuto il punto - continua Anselmo  - sul danno ambientale, perchè quel lago sta morendo oggi e non arriva a fine anno”. di Emanuele Perugini