Al funerale di Diabolik non è andato proprio tutto liscio



21 agosto 2019,20:24


Attimi di tensione al termine dei funerali di Fabrizio Piscitelli, ex capo ultrà della Lazio, ucciso con un colpo di pistola alla testa il 7 agosto scorso nel parco degli Acquedotti, in zona Tuscolana, nella Capitale. I tifosi si sono lamentati, con insulti alle forze dell'ordine e un momento in cui sembrava che stessero per venire a contatto, perché il feretro di 'Diabolik' sarebbe stato portato via troppo velocemente invece di restare per tre minuti nel piazzale davanti al Divino Amore, come da accordi con la Questura. Il feretro ha poi lasciato via del Santuario e poco dopo è arrivato nel cimitero di Prima Porta. 



21 agosto 2019,20:24


Attimi di tensione al termine dei funerali di Fabrizio Piscitelli, ex capo ultrà della Lazio, ucciso con un colpo di pistola alla testa il 7 agosto scorso nel parco degli Acquedotti, in zona Tuscolana, nella Capitale. I tifosi si sono lamentati, con insulti alle forze dell'ordine e un momento in cui sembrava che stessero per venire a contatto, perché il feretro di 'Diabolik' sarebbe stato portato via troppo velocemente invece di restare per tre minuti nel piazzale davanti al Divino Amore, come da accordi con la Questura. Il feretro ha poi lasciato via del Santuario e poco dopo è arrivato nel cimitero di Prima Porta.