Una guardia di frontiera texana si è presa gioco del pianto dei bimbi tolti ai genitori



19 giugno 2018,13:03

Un'associazione diffonde la registrazione e la battuta beffarda dell'agente che ha innescato una marea di polemiche



Il pianto disperato dei bambini separati dai loro genitori al confine tra Messico e Stati Uniti e la reazione di un agente della polizia di frontiera che li deride: è la registrazione audio shock diffusa dall'associazione ProPublica e ripresa da diversi media.

Secondo quanto scrive il Daily Mail, a piangere è una bambina di sei anni, Alison Jimena Valencia Madrid, che era stata separata dalla madre la scorsa settimana in una struttura di protezione doganale degli Stati Uniti.

Nell'audio Alison e altri bambini invocano ripetutamente "Mami" e "Papa'" ma la risposta dell'agente che li sorveglia è agghiacciante: "Bene, abbiamo un'orchestra qui. Manca solo il direttore". 
Nel corso di un briefing con la stampa alla Casa Bianca, il segretario per la Sicurezza interna, Kirstjen Nielsen, ha dichiarato di non aver ascoltato l'audio e di non poterlo quindi commentare pur assicurando che i piccoli vengono trattati con grande umanità. 



19 giugno 2018,13:03

Un'associazione diffonde la registrazione e la battuta beffarda dell'agente che ha innescato una marea di polemiche



Il pianto disperato dei bambini separati dai loro genitori al confine tra Messico e Stati Uniti e la reazione di un agente della polizia di frontiera che li deride: è la registrazione audio shock diffusa dall'associazione ProPublica e ripresa da diversi media.

Secondo quanto scrive il Daily Mail, a piangere è una bambina di sei anni, Alison Jimena Valencia Madrid, che era stata separata dalla madre la scorsa settimana in una struttura di protezione doganale degli Stati Uniti.

Nell'audio Alison e altri bambini invocano ripetutamente "Mami" e "Papa'" ma la risposta dell'agente che li sorveglia è agghiacciante: "Bene, abbiamo un'orchestra qui. Manca solo il direttore". 
Nel corso di un briefing con la stampa alla Casa Bianca, il segretario per la Sicurezza interna, Kirstjen Nielsen, ha dichiarato di non aver ascoltato l'audio e di non poterlo quindi commentare pur assicurando che i piccoli vengono trattati con grande umanità.