Roma 2024: da Pellegrini a Chechi, grandi atleti a sostegno

(AGI) - Roma, 16 set. - Roma e' in corsa e i grandi dello sportitaliano scendono in campo a sostegno della candidatura dellaCapitale per i Giochi Olimpici del 2024. "Adesso e' ufficiale,Roma e' candidata - le parole di Federica Pellegrini, oro adAtene 2004 e oro quattro anni dopo a Pechino nei 200 sl - Nonso descrivere l'emozione dell'atleta che gareggia tra ilproprio pubblico, in casa, spinto dal calore indescrivibile delproprio tifo. Io a Roma ho vissuto questa emozione ai Mondialidi nuoto e quindi so cosa significa. Adesso Roma e l'Italiasognano i

(AGI) - Roma, 16 set. - Roma e' in corsa e i grandi dello sportitaliano scendono in campo a sostegno della candidatura dellaCapitale per i Giochi Olimpici del 2024. "Adesso e' ufficiale,Roma e' candidata - le parole di Federica Pellegrini, oro adAtene 2004 e oro quattro anni dopo a Pechino nei 200 sl - Nonso descrivere l'emozione dell'atleta che gareggia tra ilproprio pubblico, in casa, spinto dal calore indescrivibile delproprio tifo. Io a Roma ho vissuto questa emozione ai Mondialidi nuoto e quindi so cosa significa. Adesso Roma e l'Italiasognano i Giochi e io sono al loro fianco per vincere questagara. Portare la magia delle Olimpiadi in una citta' come Roma,dove tutto e' bellezza, cultura, storia, sarebbe magico estraordinario". Ha vinto l'argento ad Atlanta '96 e poi Sydney2000 nel lungo Fiona May, britannica di nascita ma italianaormai nel cuore: "Per chi come me ha scelto l'Italia e neapprezza le bellezze e il genio, le Olimpiadi a Roma sono unsogno fantastico. L'Italia ha dimostrato negli anni Sessanta disaperle organizzare proprio bene, tanto da segnare la storiadelle Olimpiadi, e scrivere pagine di sport leggendarie. C'e'bisogno di ravvivare l'orgoglio dell'Italia e c'e' bisogno dirivivere l'atmosfera di quello che Roma puo' offrire. Io poivivo anche un altro sogno: quello di vedere sulla pistadell'Olimpico anche le mie bambine in gara". Stella dei Giochi Invernali (3 ori e due argenti), ancheAlberto Tomba ha voluto far arrivare il suo sostegno. "LeOlimpiadi sono sempre state un'aspirazione ed un impegno moltoimportante perche' un atleta non rappresenta solo se stesso, matutta la nazione". "Viverle nel proprio Paese e' unaresponsabilita' in piu' ma anche il massimo delle ambizioni diuno sportivo. Roma ha tutto per vincere questa sfida fantasticae mi auguro che alla fine sappia infilare tra i paletti loslalom vincente!". Sempre a medaglia da Atlanta '96 a Pechino2008, Alessandra Sensini ha sempre visto "le Olimpiadi come untraguardo di crescita, non solo sportivo ma anche umano, sia dabambina sia da adulta. Sostengo Roma 2024 in quanto citta'verde, aperta, ospitale, di cultura e sportiva, un ambientespeciale per un evento speciale che riprenderebbe i fasti del1960. E poi, le Olimpiadi nel proprio paese non solo sarebberouno stimolo per gli atleti, ma avvicinerebbero ancora di piu' igiovani ai valori olimpici e sportivi". Reduce dal trionfo diNew York, anche Flavia Pennetta scende in campo: "Ho appenagiocato agli Us Open il match della vita fuori casa. Non soimmaginare la gioia di una vittoria simile tra il mio pubblico.Sarebbe un'emozione fortissima. Comunque dopo questo 2015fantastico per me ora tocca a Roma. Credo che l'Italia abbiaottime carte per giocarsela fino in fondo, e' tempo di buttareil cuore oltre l'ostacolo e se serve uno smash vincente, iosono pronta". E non poteva mancare il 'signore degli anelli',Yuri Chechi, campione olimpico ad Atlanta. "E' una grandeoccasione per l'Italia, spero proprio che Roma riesca a farcelae che sia una grandissima festa per tutti, soprattutto per ibambini di oggi, che domani potrebbero trovarsi sul podioproprio a Roma. Ricordo che quando ero piccolo un giornoscrissi in un tema la mia grande voglia di partecipare aun'Olimpiade. Da ginnasta ne ho fatte tre nella mia carriera,ma che sogno sarebbe stato poter vincere una medaglia in casapropria. Nel 2024 potrebbe toccare davvero a qualche bambino dioggi. E io tifo per loro". (AGI).