Dall'atletica al rugby e alla Formula 1, lo sport riparte

Dall'atletica al rugby e alla Formula 1, lo sport riparte

 Quello che sta per iniziare lo possiamo definire il grande fine settimana della ripartenza sportiva in Italia. Sabato torna in pista Filippo Tortu. Ci sono anche il baseball, la canoa, la ginnastica e gli sport acquatici

Dall'atletica al rugby e Formula 1, lo sport riparte

©

Ulrik Pedersen / NurPhoto -  Filippo Tortu (AFP) 

AGI - Quello che sta per iniziare lo possiamo definire il grande fine settimana della ripartenza sportiva in Italia. Calcio a parte che ha già ripreso a metà maggio con la semifinale di ritorno della Coppa Italia e con il campionato che sta proseguendo a ‘gonfie vele’ – nel senso che non ci sono comunicazioni di giocatori contagiati – domani e domenica diverse discipline sportive riprendono le competizioni. In Italia le difficoltà comunque restano. Gli sport di contatto per il momento sono aperti a livello regionale e poi c’è la problematica delle palestre scolastiche che non possono essere utilizzate dalle società sportive. Come ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò a margine della Giunta nazionale ha definito il mancato utilizzo “una cosa assurda”. Il numero uno di Palazzo H, sede del Coni, si è detto “dispiaciuto che della madre di tutte le battaglie, ovvero risolvere il problema atavico del rapporto tra sport e scuola, in tutto questo periodo nessuno si è preoccupato” aggiungendo che il “rischio è quello di perdere un’intera generazione”.

Particolarmente attiva è l’atletica leggera che tra domani e domenica, con continui aggiornamenti dei protocolli sanitari anche legati alle ordinanze delle singole regioni, avrà due manifestazioni di alto livello nazionale (Rieti e Vittorio Veneto) e alcune minori ma comunque con la presenza di azzurri. Gli eventi saranno comunque tutti a porte chiuse. Ammessi tecnici, giudici e dirigenti.

ATLETICA LEGGERA

Saranno il meeting di Rieti e quello di Vittorio Veneto i due grandi eventi della ripresa della ‘Regina dello sport’. Sulla pista di color azzurro del ‘Raul Guidobaldi’ della città reatina l’attesa maggiore è per l’esordio di Filippo Tortu. Il primatista italiano dei 100 metri con 9”99 su un rettilineo a lui caro – lo scorso anno corse in 9”97 ma accompagnati da un leggero vento oltre la norma (2,4 m/s) – inizierà una stagione orfana dei grandi eventi, dalle Olimpiadi agli Europei, ma nel corso della quale si è prefissato di scendere in 9”92. Un tempo sicuramente alla porta dello sprinter brianzolo ma non proprio un “detto fatto”. A Rieti ci sarà anche Gianmarco Tamberi. ‘Mezza barba’ o ‘Halfshave’ come ama farmi chiamare, Gimbo proverà a confermare quel 2,30 valicato domenica scorsa nella sua Ancona. A distanza di un anno dall’eccellente record italiano sui 400 piani (44”77), per Davide Re sarà un ritorno alle gare dal 2 ottobre scorso (semifinale dei Mondiali di Doha, 44”85) anche se su 100 e 200. Sui blocchi tornerà a distanza di pochi giorni anche Luminosa Bogliolo sui 100 ostacoli.

Considerando che alcune Regioni stanno riaprendo agli sport di contatto, la Fidal, ha indicato Sicilia, Liguria, Puglia, Veneto, Marche, Friuli-Venezia Giulia e Lazio, Regioni dove si possono disputare gare in ‘modalità tradizionale’ per quanto concerne staffetta 4x400 e tutte quelle del mezzofondo, fondo e marcia in pista “con limitazione al numero di partecipanti per serie”. (800 metri 6/8 atleti; 1500. 6/8; 2000, 3000 (anche con siepi), 5000, 8 atleti; 10.000. 8 atleti; marcia 8 atleti).

FORMULA 1

Questo è anche il fine settimana dell’attesa ripartenza del Mondiale di Formula 1. Si riprende, a porte chiuse, dall’Austria con due Gran premi che si terranno sul circuito di Spielberg. Per il momento si conoscono le date delle prime otto tappe di un calendario che ha già visto la cancellazione di sette Gp (Australia, Olanda, Montecarlo, Azerbaijan, Francia, Singapore e Giappone). Gli eventi, fino a ordine contrario, per il momento sono a porte chiuse. Dopo tre mesi rispetto a quanto previsto, i bolidi oggi sono tornati a sfrecciare nelle prove del Gp d’Austria che si disputerà domenica. Il Red Bull Ring domenica 12 ospiterà un secondo Gran Premio ribattezzato ‘Gp di Stiria’. Il 19 luglio il Mondiale di trasferirà su un circuito noto, l’Hungaroring nei pressi di Budapest per il Gp d’Ungheria. Il 2 agosto a Silverstone è previsto il Gp di Gran Bretagna mentre la domenica successiva è in agenda il Gp del 70° anniversario dall’inizio della Mondiale di Formula 1. Il 16 agosto Gp di Spagna sul circuito di Montmelò. Agosto terminerà con un classico, il Gp del Belgio a Spa-Francorchamps. Il 6 settembre sarà il giorno del Gran Premio d’Italio a Monza.

EQUITAZIONE

L’attività degli azzurri del salto ostacoli riprendono a gareggiare all’estero, in Francia, Belgio e Germania. A St. Tropez-Grimaud in gara Lorenzo De Luca, Emanuele Gaudiano, Alberto Zorzi e Roberto Previtali. A Lier in Belgio saranno in gara  Antonio Alfonso, Giampiero Garofalo, Lucia Le Jeune Vizzini e Filippo Tabarini mentre a nella località tedesca di Luhmuehlen tra gli iscritti figura Emanuele Camilli.

CANOTTAGGIO

Le barche ritornano in acqua ma le competizioni nazionali e regionali saranno riprogrammate da settembre a seguito dell’impossibilità di rispettare il distanziamento sociale in barca. Da lunedì 6 torneranno ad allenarsi gli atleti azzurri. La ripartenza è prevista da Sabaudia.

RUGBY

La Nazionale di rugby inizia a muovere i primi passi e lunedì 6 (fino a giovedì 9) sarà a Parma per il primo raduno dopo il forzato ‘rompete-le-righe’ di marzo causa il divampare della pandemia di Covid-19. Sarà un ritiro all’insegna della massima tutela degli atleti e staff tecnico. All’arrivo a Parma saranno effettuati test sierologici per tutti.

PESISTICA

In attesa di ritornare alle competizioni – molto probabilmente dall’autunno – la nazionale italiana di pesistica olimpica è in ritiro al Centro di Preparazione Olimpica di Formia. In questi giorni in allenamento anche la squadra paralimpica.

ARRAMPICATA SPORTIVA

L’attività italiana dell’arrampica sportiva, sport che proprio dall’edizione di Tokyo 2020 farà il suo esordio alle Olimpiadi, riprenderà la prossima settimana da Innsbruck (Austria) con il primo collegiale post-Covid della nazionale olimpica. In allenamento ci saranno i tre big azzurri, Ludovico Fossali, Michael Piccolruaz e Laura Rogora (Rogora e Fossali hanno già il pass olimpico).

BASEBALL

Il campionato nazionale di baseball con sette squadre e girone unico scatterà l’8 luglio con una delle partite più classiche dello sport del ‘batti e corri’: Parma-Bologna. Tre partite settimanali su 7 inning fino al 22 agosto, poi semifinali e finali.

MOTOMONDIALE

In gran parte definito il calendario del Motomondiale che riprenderà il 19 da Jerez de la Frontera. Per la Moto2 e Moto3 sarà una ripresa mentre per la MotoGp un vero e proprio inizio. Nella località spagnola il 26 andrà di scena un secondo Gp, quello denominato dell’Andalusia. Il 9 agosto a Brno si svolgerà il Gp della Repubblica Ceca, quindi due tappe in Austria, il 16 e il 23 rispettivamente per Gp d’Austria e il Gp di Stiria. A settembre spazio per due Gp in Italia, entrambi a Misano Adriano: il 13 ci sarà il Gp di San Marino e della Riviera di Rimini, il 20 il Gp dell’Emilia Romagna e della Riviera di Rimini. Settembre terminerà con il Gp di Catalogna. Tre gli appuntamento ad ottobre. Si partirà l’11 con il Gp di Francia a Le Mans, si proseguirà il 18 con il Gp d’Aragona e si concluderà il 25 sempre ad Aragon con il Gp di Teruel. Due gli eventi previsti a novembre, entrambi a Valencia, l’8 con il Gp d’Europa e il 15 con il Gp della Comunità Valenciana.

SPORT AQUATICI

Gli sport acquatici stanno per riprendere tra tante difficoltà. In questa prima parte della ripartenza vengono organizzate gare a distanza mentre una vera e propria ripresa delle gare dovrebbe coincidere con gli Internazionali di Roma che saranno validi anche per i Campionati italiani assoluti. I tuffi dovrebbero riprendere nel fine settimana 5-7 agosto a Bolzano. Prosegue l’attività della nazionale azzurra del nuoto sincronizzato. Due i collegiali fino al 18 luglio, il primo a Savona con 18 convocati e il secondo con 6 atleti presso il Centro Federale di Pietralata (Roma).

CANOA

Fortemente compromessa l’attività nazionale, a livello internazionale le federazioni competenti hanno cercato di salvare alcuni eventi. Nello slalom, gli Europei Senior originariamente previsti a metà maggio in Gran Bretagna, sono stati riprogrammati a settembre a Praga (Junior e Under 23 in gara ai primi di ottobre a Cracovia). La canoa discesa ripartirà dai Campionati europei Junior e under 23 in Slovenia (4-7 novembre). Due gli eventi di Coppa del mondo per la canoa slalom Tacen (Slovenia) ad ottobre e Pau (Francia) a novembre. Gli Europei di Ivrea del 2021 (6-9 maggio) varranno come qualificazione olimpica.

PENTATHLON MODERNO

La federazione pentathlon moderno ha allungato fino al 2 agosto la sospensione di tutta l'attività nazionale e regionale.

PUGILATO

In attesa di una uniforme normativa sugli sport di contatto, il pugilato nazionale ha posticipato l’attività da settembre in poi.

GINNASTICA

La ginnastica riparte a settembre. Saranno le gare Silver a dare il segnale della grande rinascita ginnica, il ritorno alla normalità delle pedane e l’inizio della cosiddetta ‘Fase 3’.  Prima gara, la terza prova della Serie A di ritmica, il 10 e 11 ottobre. L’artistica femminile e maschile riprenderà il 17 e 18. L’autunno per la ginnastica italiana sarà una ‘maratona’ anche perché i calendari nazionali sono stati incastrati in quelli internazionali in particolare con i tre Campionati europei (Ritmica a Kiev in Ucraina dal 26 al 29 novembre; Artistica maschile dal 9 al 13 dicembre, femminile dal 17 al 20 dicembre a Baku in Azerbaijan).