Mancini 'processa' l'Inter, "cambiare la mentalita'"

(AGI) - Roma, 1 dic. - "Non e' un sistema di gioco che favincere una squadra, dobbiamo cambiare la mentalita'. Avreipreferito essere qui con qualche punto che non dopo unasconfitta ma bisogna accettare anche le sconfitte, i momentidifficili, sapendo che da qui bisogna ripartire. Sapevamo chenon sarebbero state rose e fiori, ci sono dei problemi e pianopiano li risolveremo". Roberto Mancini resta fiducioso ilgiorno dopo la sconfitta con la Roma. Il tecnico jesino si trova anche oggi nella Capitale, dovee' stato nominato Goodwill Ambassador dell'Unicef. "I ragazzisono tutti vogliosi di migliorare,

(AGI) - Roma, 1 dic. - "Non e' un sistema di gioco che favincere una squadra, dobbiamo cambiare la mentalita'. Avreipreferito essere qui con qualche punto che non dopo unasconfitta ma bisogna accettare anche le sconfitte, i momentidifficili, sapendo che da qui bisogna ripartire. Sapevamo chenon sarebbero state rose e fiori, ci sono dei problemi e pianopiano li risolveremo". Roberto Mancini resta fiducioso ilgiorno dopo la sconfitta con la Roma. Il tecnico jesino si trova anche oggi nella Capitale, dovee' stato nominato Goodwill Ambassador dell'Unicef. "I ragazzisono tutti vogliosi di migliorare, di cambiare qualcosa equesta e' una delle cose positive di ieri, nelle difficolta',negli errori, ci sono state tante cose positive - hasottolineato ancora il Mancio - Dovunque sono andato c'eranosempre delle cose da rimettere a posto ma sappiamo che se lecose si fanno per bene, cambiano. L'obiettivo Champions? E'bello riuscire a fare le cose che sembrano difficile ma ogginon dobbiamo guardare la classifica, ora e' importante fare 2-3risultati per una questione di autostima. Abbiamo quattropartite da qui al mercato di gennaio, sara' fondamentale farepiu' punti possibili, poi vedremo. Ma - avverte - prendere perprendere non e' logico, dobbiamo fare cose sensate". Piu' volte Mancini ha evidenziato di avere una squadracostruita per giocare in un modo diverso da quella che e' lasua idea di calcio "ma sono disponibile pure a giocare colvecchio modulo - assicura - Non e' il 3-5-2 o il 4-4-2 a fartivincere, gli errori commessi sono stati errori di paura econfidenza. Non e' un sistema di gioco che fa vincere unasquadra, dobbiamo cambiare la mentalita', siamo l'Inter edobbiamo giocare da Inter, anche perdendo, anche passando dalledelusioni". L'Inter si sente in piena corsa per il terzo postoanche se "Genoa e Samp stanno facendo molto bene" e a giocarsil'accesso alla Champions ci saranno anche "Napoli, Milan eFiorentina". Per quanto riguarda lo scudetto, "sara' una lottafra Roma e Juventus, poi non so chi vincera'. La Roma giocabene, ha calciatori tecnici, di qualita', la Juve e' solida.Sara' una bella lotta".Una battuta, infine, sull'espulsione diieri: "ancora non so perche' sono stato allontanato".(AGI).