La nuova monoposto con cui Ferrari cercherà di tornare a vincere il campionato di Formula 1

La nuova monoposto con cui Ferrari cercherà di tornare a vincere il campionato di Formula 1

La SF21 di Maranello avrà una livrea a due tonalità: rosso e amaranto. Un omaggio alla sua prima auto da corsa, la storica 125S

Ferrari svela nuova monoposto SF21

La monoposto Ferrari SF21

AGI – Rossa e amaranto per il riscatto: è stata svelata con un evento online la nuova monoposto della Ferrari, la SF21 che presenta una livrea a due tonalità. Il rosso classico del Cavallino insieme ad una tinta ‘amaranto’.

Un omaggio alla storia della Ferrari con il richiamo della prima auto da corsa, la 125S. Con la nuova monoposto, la casa di Maranello intende affrontare il prossimo campionato di Formula 1 nello "spirito vincente" del fondatore Enzo Ferrari.

“Il 2020 è alle nostre spalle ma non sarà dimenticato, anzi ci avrà resi più forti. Eccoci al 2021 non vediamo l’ora di tornare in pista. E’ stato eccitante – ha detto il presidente della Ferrari, John Elkann nel video di presentazione della monoposto - vedere come Charles e Carlos hanno contribuito insieme ai nostri tecnici e meccanici alla preparazione della stagione.

Questa eccitazione si può toccare con mano. Tutti sono ansiosi di mettere in pista la vettura e dare il massimo. La presentazione è un momento molto speciale. È il momento della verità. Tutti noi in Ferrari - è il messaggio rivolto da Elkann ai tifosi della Rossa - vogliamo assicurarvi che onoreremo il nome del nostro fondatore Enzo Ferrari e che inizieremo il campionato 2021 con il suo spirito vincente”. 

La SF21, la monoposto 2021 della Scuderia Ferrari, ha una livrea sfumata che “guarda alle sfide del futuro senza dimenticare le proprie radici e i propri valori”, spiega la casa automobilistica di Maranello.

Il posteriore richiama l’amaranto della primissima Ferrari, la 125 S – racconta il team principal Mattia Binotto – man mano che ci si avvicina all’abitacolo, però, sfuma nel rosso contemporaneo che ha contraddistinto le nostre annate più recenti. Questa per noi è la stagione delle tante sfide e attraverso la livrea ripartiamo visivamente dalla nostra storia ma, al tempo stesso, ci proiettiamo nel futuro”.

La monoposto numero 67 costruita a Maranello per competere nel prossimo campionato di Formula 1 è un’evoluzione della SF1000 dello scorso anno, come dettato dai regolamenti che, imponendo di mantenere lo stesso telaio del 2020, hanno limitato in molti ambiti le possibilità di modifica.

La SF21 è stata pertanto sviluppata in tutti gli aspetti consentiti dalle norme: dal motore, completamente nuovo, all’aerodinamica, fino al retrotreno dove sono stati impiegati i due gettoni di sviluppo consentiti per questa stagione.

La SF21 farà il proprio debutto assoluto in pista domani in Bahrain nel cosiddetto “Filming Day”, una sessione di 100 km pianificata allo scopo di raccogliere immagini per partner e media. Ad alternarsi alla guida sarà la coppia di piloti più giovane della Scuderia Ferrari dal 1968 a questa parte, formata da Charles Leclerc e Carlos Sainz. Il 28 marzo, quando la stagione prenderà il via, la loro età media sarà infatti di 25 anni e tre giorni.

I due saranno poi impegnati nell’unico test pre-stagionale del 2021: tre giornate sulla pista di Sakhir nelle quali si avvicenderanno sulla monoposto. 

La nuova monoposto nel prossimo campionato di Formula 1, “nasce dalla vettura dell’anno scorso per motivi anche regolamentari, in parte è congelata. E’ una vettura che abbiamo cercato di migliorare in tutte le sue aree, ovunque fosse possibile”.

Lo ha spiegato Mattia Binotto, direttore sportivo della Rossa nel video di presentazione online, parlando di una “aerodinamica rivista” e di una “power unit completamente nuova”.

La SF21, ed è la novità estetica di quest'anno, “cambia anche nella sua livrea. Il posteriore richiama l’amaranto della primissima vettura da corsa Ferrari, la 125S” ed è lo “stesso colore che abbiamo usato l'anno scorso al Mugello per festeggiare i nostri mille Gran Premi. Questa - ha concluso Binotto - è la stagione delle tante sfide: ripartiamo visivamente dalla nostra storia ma ci proiettiamo al futuro sempre contraddistinto dal nostro rosso Ferrari”.