Europa League: Benitez vuole primo posto, fiducia in Hamsik

(AGI) - Napoli, 10 dic. - "Ho detto sempre che la partita piu'importante e' la prossima. Come sapete penso una gara allavolta e per ora ci concentriamo sullo Slovan perche' puo'essere importante chiudere al primo posto e poi vedremo leprossime gare.Sappiamo che ci saranno match speciali, vogliamoessere piu' in alto e poi ci sara' la Supercoppa". Rafa Beniteznon vuole parlare di Milan e Juventus. Almeno per il momento iltecnico ha intenzione di concentrarsi sulla sfida di EuropaLeague che puo' regalare il primo posto al Napoli nel girone I.Ci potrebbe essere, pero',

(AGI) - Napoli, 10 dic. - "Ho detto sempre che la partita piu'importante e' la prossima. Come sapete penso una gara allavolta e per ora ci concentriamo sullo Slovan perche' puo'essere importante chiudere al primo posto e poi vedremo leprossime gare.Sappiamo che ci saranno match speciali, vogliamoessere piu' in alto e poi ci sara' la Supercoppa". Rafa Beniteznon vuole parlare di Milan e Juventus. Almeno per il momento iltecnico ha intenzione di concentrarsi sulla sfida di EuropaLeague che puo' regalare il primo posto al Napoli nel girone I.Ci potrebbe essere, pero', il pericolo Liverpool. (AGI) "Ho guardato la partita in tv dei Reds, ma sinceramente nonpenso a se li dovessi incontrare o meno. Vedremo piu' avanti".Ieri Higuai'n ha detto che bisogna lavorare di piu' permigliorare non fare brutte figure come contro l'Empoli. "Hadetto quello che doveva dire - ha proseguito Benitez - che e'un lavoro di squadra, dobbiamo lavorare tutti insieme perraggiungere gli obiettivi ma e' chiaro che i giocartori piu'importanti devono stare davanti agli altri in questi momenti didifficolta' cosi' gli altri possono seguirli". Chi non riesce avivere dei momenti bellissimi e' senza dubbio Marek Hamsik. Loslovacco e' stato addirittura fischiato per la prima volta dauna parte del San Paolo. "Lui si impegna - ha garantito iltecnico spagnolo - ma non sta ancora rendendo ai livelli chepuo' raggiungere, gli manca un po' di fiducia, ma io vogliorecuperarlo, perche' e' un giocatore importante per noi. Domanigiocheranno Hamsik ed altri dieci, nei momenti difficili, iopreferisco dar fiducia". Domani sera tocchera' finamente adAndujar esordire in una gara ufficiale. L'argentino ha dovutoaspettare a lungo per evitare di creare problemi al colleganumero uno. "Ci abbiamo pensato - ha spiegato Benitez - abbiamoanalizzato, ma abbiamo deciso di schierare Rafael che avevabisogno di fiducia, e' un portiere giovane, di futuro equalita' e con una certa esperienza. Aspettiamo il momentogiusto, puo' essere anche con lo Slovan". In tanti vorrebberovedere dall'inizio la coppia Higuain-Zapata. Il colombiano hasegnato due gol consecutivi in campionato ma difficilmente puo'partire titolare assieme al Pipita. "Serve equilibrio - haammesso Benitez - questa soluzione e' buona ma perdiamo ilcontrollo del centrocampo e di conseguenza della partita.Magari con un centrocampo fortissimo e degli esterni cheriescono a coprire bene, si potrebbe fare, ma dobbiamoadattarci alle caratteristiche dei nostri calciatori.L'equilibrio si trova allenandosi, migliorando anche la tecnicaindividuale a partire dal riscaldamento col pallone, darefiducia ai giocatori, lavorare sul possesso e migliorare fasedifensiva e di ripartenza. Oggi abbiamo fatto partitella acampo ridotto, questa e' la strada per giocare un buon calcio.Le mie squadre subivano poco, il Napoli subisce di piu' edobbiamo lavorare. Con l'Empoli abbiamo perso la palla per unadecisione sbagliata, ed i giocatori che dovevano recuperare nonsi sono mossi come al solito e bisogna lavorare di piu'. Diquesti tempi ognuno parla, sembra che non si lavora, chiunqueparla sui social o in radio, ma noi lavoriamo in tutti i modiper analizzare e migliorare. E' una mancanza diprofessionalita'...". Benitez non parla mai di futuro masarebbe bello poterlo avere un altro anno in azzurro per poilasciarlo andare ad allenare la Spagna. "Non e' facile parlaredi progetti nel calcio italiano - ha chiarito il tecnico -l'importante e' avere una mentalita' vincente che ti consentedi essere costantemente al vertice per vent'anni piuttosto chevincere soltanto una volta". Intanto, per la sfida di domanisera al San Paolo ci sara' un ampio turn over. Pochi ititolari, tutti gli altri saranno conservati per il match conil Milan. In difesa, oltre ad Andujar, ci saranno come centraliHenrique e Britos mentre a destra si puntera' su Maggio chedomenica a San Siro sara' squalificato. Dall'altra parte Mestopotrebbe essere preferito a Ghoulam ma non e' detto. Acentrocampo comanderanno Gargano e Inler. Spettera' a loroimpostare le giocate per gli attaccanti azzurri. Duvan Zapatafara' la prima punta e dopo due gol consecutivi in campionatoambisce a mettere il sigillo anche in Europa League. Alle suespalle agira' Hamsik che si ritrovera' nuovamente di fronte ilsuo passato. A destra De Guzman dovrebbe prendere il posto diCallejon, a sinistra ci sara' Mertens che sogna una doppiettacome nel match con lo Sparta Praga.Probabile formazione(4-2-3-1): Andujar; Maggio, Henrique, Britos, Mesto; Inler,Gargano; De Guzman, Hamsik, Mertens; Zapata. (AGI)