Euro2016: vietato sbagliare per Spagna, Russia e Olanda

(AGI) - Roma, 26 mar. - La corsa verso Euro2016 riparte. Lungoweekend dedicato alle nazionali e alle qualificazioni verso laprossima rassegna continentale. Gare importanti se non decisiveper Spagna, Russia e Olanda, Israele-Galles, Irlanda-Polonia ePortogallo-Serbia le sfida piu' interessanti, debutto inpanchina per due ct: Prosinecki con l'Azerbaijan e Markariancon la Grecia. Si comincia domani con i gruppi C, E e G. AZilina la Slovacchia punta alla quinta vittoria su cinque gare,consolidando il primato in classifica: tutt'altro cheimpossibile l'avversario di turno, il Lussemburgo. Hamsik esoci potrebbero tra l'altro approfittare dello scontro diretto

(AGI) - Roma, 26 mar. - La corsa verso Euro2016 riparte. Lungoweekend dedicato alle nazionali e alle qualificazioni verso laprossima rassegna continentale. Gare importanti se non decisiveper Spagna, Russia e Olanda, Israele-Galles, Irlanda-Polonia ePortogallo-Serbia le sfida piu' interessanti, debutto inpanchina per due ct: Prosinecki con l'Azerbaijan e Markariancon la Grecia. Si comincia domani con i gruppi C, E e G. AZilina la Slovacchia punta alla quinta vittoria su cinque gare,consolidando il primato in classifica: tutt'altro cheimpossibile l'avversario di turno, il Lussemburgo. Hamsik esoci potrebbero tra l'altro approfittare dello scontro direttofra le due seconde, Spagna e Ucraina, a Siviglia, con DelBosque che puntera' sullo juventino Morata vista l'assenza perinfortunio di Diego Costa. A punteggio pieno c'e' anche l'Inghilterra nel girone E: aWembley arriva la Lituania, 6 punti in 4 gare e chissa' che nonarrivi il debutto di Kane, nuovo enfant prodige del calciod'Oltre Manica. Spettatori interessati Slovenia e Svizzera, chein casa affronteranno rispettivamente San Marino ed Estonia ehanno l'obbligo di non fallire per rimanere sulla scia dei TreLeoni. Turno favorevole nel gruppo G per l'Austria capolista,nel 'derby' col vicino Liechtenstein mentre la Svezia diIbrahimovic fa visita alla Moldova, gia' capace di frenare laRussia. E proprio la nazionale di Capello e' attesadall'impegno piu' complicato, a Podgorica, contro il Montenegroche ha i suoi stessi punti (5): vietato sbagliare per noncompromettere il cammino verso la Francia. Sabato e' il turnodei gironi A, B e H. Gara delicata ad Amsterdam per gli Orange,che non possono permettersi altri passi falsi. Hiddink deverinunciare a Robben contro la Turchia, anche lei a un croceviafondamentale visti i soli 4 punti in classifica, e delloscontro diretto potrebbero approfittare la Repubblica Ceca,quattro vittorie su quattro e a Praga contro la Lettonia, el'Islanda, che ad Astana cerca altri tre punti preziosi percontinuare a coltivare il grande sogno: approdare per la primavolta nella fase finale di un Europeo. Il big match del gruppoB si gioca ad Haifa, fra la capolista Israele - che martedi'recuperera' la gara col Belgio - e il Galles di Bale secondo:le due squadre sono separate da appena un punto e l'esito dellagara di sabato potrebbe pesare parecchio visto che dietro iDiavoli Rossi sono pronti a risalire posizioni. Gli uomini diWilmots ricevono a Bruxelles il Cipro, da non prenderesottogamba, chiedere alla Bosnia che sul campo di Andorra cercala prima vittoria in queste qualificazioni per poter rientrarein corsa. Per quanto riguarda il raggruppamento degli azzurri,a Zagabria la Croazia - che condivide il primato con l'Italia -accoglie la Norvegia del talento Odergaard mentre la nazionalemaltese di Pietro Ghedin vola a Baku per sfidare l'Azerbaijandove fa il suo debutto come ct Robert Prosinecki, chiamato aconquistare i primi punti. Chiusura di questa 'manche' diqualificazioni domenica, con i gironi D, F e I. Grandeequilibrio nel primo gruppo, con le prime 4 in tre punti. LaPolonia, dopo la storica vittoria sulla Germania, e' chiamata aconfermarsi in quel di Dublino contro l'Irlanda e la classificapotrebbe compattarsi ancora di piu' visto che i tedeschisaranno di scena a Tblisi con la Georgia mentre a Glasgow laScozia affronta la cenerentola Gibilterra, 3 punti sulla cartaabbordabili per entrambe. Nel girone F Romania e Irlanda delNord possono allungare: gli uomini di Iordanescu ricevono aPloiesti le Far Oer mentre a Belfast c'e' l'ostacolo Finlandiache non appare insormontabile. Occhi puntati allora su Budapestdove l'Ungheria riceve una Grecia fanalino di coda ma conMarkarian nuovo ct dopo l'esonero di Ranieri: per gli ellenicie' gia' ultima spiaggia.Nel girone I, turno di riposo per lacapolista Danimarca e chance per il Portogallo di balzare alcomando. A Lisbona arriva la Serbia e Ronaldo e compagni devonofare a meno della guida in panchina di Fernando Santos: neigiorni scorsi il Tas ha ridotto la squalifica da otto a duegiornate (piu' due con la condizionale) e potra' tornare solo asettembre. A Elbasan, invece, di scena l'Albania di Gianni DeBiasi che prova a rientare in corsa a spese dell'Armenia. (AGI)