Doping: Emelyanov squalificato, oro europei 2010 passa a Schwazer

(AGI) - Roma, 30 lug. - Un paradosso. Per Alex Schwazer, aquattro anni di distanza, e' in arrivo la medaglia d'oro della20 km di marcia degli Europei di Barcellona perche' ilvincitore di quella gara, il russo Stanislav Emelyanov, e'stato infatti privato del titolo dalla Iaaf per irregolarita'nel passaporto biologico, come riporta la stampa irlandese checelebra cosi' il bronzo di Rob Heffernan, all'epoca quarto. Mala squalifica di Emelyanov, come detto, rivoluziona anche ilresto del podio e Schwazer, argento per 20 centesimi, sale sulgradino piu' alto davanti al portoghese Joao Vieira. Heffernanche

(AGI) - Roma, 30 lug. - Un paradosso. Per Alex Schwazer, aquattro anni di distanza, e' in arrivo la medaglia d'oro della20 km di marcia degli Europei di Barcellona perche' ilvincitore di quella gara, il russo Stanislav Emelyanov, e'stato infatti privato del titolo dalla Iaaf per irregolarita'nel passaporto biologico, come riporta la stampa irlandese checelebra cosi' il bronzo di Rob Heffernan, all'epoca quarto. Mala squalifica di Emelyanov, come detto, rivoluziona anche ilresto del podio e Schwazer, argento per 20 centesimi, sale sulgradino piu' alto davanti al portoghese Joao Vieira. Heffernanche esulta via Twitter: "mi e' stato detto ufficiosamente chericevero' il bronzo per la 20 km di marcia degli Europei 2010dopo che il russo e' stato punito per doping". La sanzione diEmelyanov, si legge sull'"Irish Times" che cita fonti Iaaf,prevede l'annullamento di tutti i risultati ottenuti per dueanni a partire dal 26 luglio 2010, esattamente alla vigiliadella gara di Barcellona. Schwazer, che nell'aprile 2013 e'stato squalificato per tre anni e mezzo per la positivita'all'Epo alla vigilia dei Giochi olimpici di Londra, sarebbeinoltre il secondo azzurro ad arrivare all'oro grazie allesqualifiche altrui: dal 2010 a oggi, infatti, anche AnnaIncerti ha scalato il podio della maratona dal terzo al primoposto per le sanzioni inflitte prima alla lituana ZivileBalciunaite e poi alla russa Nailya Yulamanova, in origineseconda classificata. .