Calcio: Lazio super liquida 2-0 il Verona ma non c'e' sorpasso

(AGI) - Roma, 22 mar. - E sono sei. Non si ferma piu' la Laziodi Stefano Pioli. Sesta vittoria consecutiva per le aquilebiancocelesti che mettono gli artigli anche sul Verona e volanosempre piu' in alto, consolidando il terzo posto e continuandoa minacciare il secondo della Roma. All'Olimpico, dove sonotornati in massa anche i tifosi per un'altra vittoria targataPioli, decidono le reti di Felipe Anderson e Candreva. Ilbrasiliano mostra un altro colpo del suo repertorio sbloccandoil risultato al 4' con un bel colpo di testa, l'azzurro blindail risultato con un bolide che

(AGI) - Roma, 22 mar. - E sono sei. Non si ferma piu' la Laziodi Stefano Pioli. Sesta vittoria consecutiva per le aquilebiancocelesti che mettono gli artigli anche sul Verona e volanosempre piu' in alto, consolidando il terzo posto e continuandoa minacciare il secondo della Roma. All'Olimpico, dove sonotornati in massa anche i tifosi per un'altra vittoria targataPioli, decidono le reti di Felipe Anderson e Candreva. Ilbrasiliano mostra un altro colpo del suo repertorio sbloccandoil risultato al 4' con un bel colpo di testa, l'azzurro blindail risultato con un bolide che non lascia scampo a Benussi.Partita a senso unico, Verona mai in partita contro una Lazioche voleva fortemente allungare il suo momento magico. Ancheper questo al pronti-via Pioli presenta un 4-2-3-1 con Biglia eParolo davanti alla difesa. Sulla trequarti Candreva, Mauri eFelipe Anderson, Klose unica punta. Problemi di formazione perMandorlini. Anche l'Hellas e' in un buon momento (8 punti in 4gare e vittoria sul Napoli nell'ultimo match), ma Mandorlinideve fare i conti con diverse assenze, compresa quelladell'ultima ora dell'influenzato Jankovic. Nel tridentegialloblu' l'unico titolare e' Toni, gli esterni sonoChristodopulopoulos e Halfredsson. Avvio coraggiosodell'Hellas. Al 3' Lazaros va a terra dopo una leggera spintadi Radu in area, l'arbitro lascia correre e un minuto piu'tardi il "solito" Felipe Anderson sblocca la partita deviandoin rete di testa il cross di Basta. Per il brasiliano il modomigliore per festeggiare il rinnovo fino al 2020. Non mollal'Hellas che, al 12', colpisce il palo con Moras, ma il Veronanon riesce a costruire il suo gioco. Halfredsson non trova laposizione, mentre la Lazio trova le giuste geometrie, anchegrazie a Klose bravo ad aprire spazi e anche a rendersipericoloso: al 16' Benussi si oppone al tedesco. A centrocampo,nonostante la superiorita' numerica, domina la Lazio.Tachtsidis perde il confronto con Biglia che, al 28', colpisceanche la traversa. Pochi palloni per Toni, mentre dall'altraparte ancora Klose va vicino al 2-0. Il raddoppio arriva al47': Candreva su punizione infila Benussi con un gran destro(forte ma centrale). Nella ripresa si aspetta la reazione delVerona, ma la Lazio e' solida e non concede nulla. Mandorliniprova a cambiare volto ai suoi: al 14' dentro Nico Lopez perTachtsidis con Halfredsson che va in regia. La mossa nonproduce alcun risultato, la Lazio controlla e punge con unadelle sue armi migliori: Felipe Anderson. Al 18' il brasilianointercetta un pallone sulla sua meta' campo, scappa via per 50metri palla al piede e scarica un destro dal limite che sistampa sulla traversa. Il Verona non riesce mai a impensierireMarchetti che puo' godersi una serata tranquilla a poche oredal suo ritorno in Nazionale (convocato al apostodell'infortunato Perin), mentre Pioli da' spazio anche a Lulic,Keita e Perea. Gli ultimi due provano anche a trovare il tris,ma il 3-0 non arriva. Finisce 2-0, la Lazio continua a volare,Felipe Anderson a segnare, il popolo biancoceleste a sognare. .