Calcio: curva sud Milan, "disertiamo stadio, Berlusconi chiarisca"

(AGI/ITALPRESS) - Milano, 20 mar. - "Invitiamo tutti adisertare lo stadio in occasione di Milan-Cagliari, ma nonfermandoci solo a quello, vi chiediamo di evitare di acquistareogni tipo di merchandising ufficiale. Evitando Casa Milan edogni genere di iniziativa per questa giornata". In un lungocomunicato, la Curva Sud del Milan, sul suo sito Internet,invita i tifosi rossoneri ad uno 'sciopero' contro il club, cheattraversa uno dei momenti meno felici della sua recentestoria. "C'e' una cosa che e' venuta a mancare e che oravogliamo in quanto tifosi del Milan ed innamorati di questicolori,

(AGI/ITALPRESS) - Milano, 20 mar. - "Invitiamo tutti adisertare lo stadio in occasione di Milan-Cagliari, ma nonfermandoci solo a quello, vi chiediamo di evitare di acquistareogni tipo di merchandising ufficiale. Evitando Casa Milan edogni genere di iniziativa per questa giornata". In un lungocomunicato, la Curva Sud del Milan, sul suo sito Internet,invita i tifosi rossoneri ad uno 'sciopero' contro il club, cheattraversa uno dei momenti meno felici della sua recentestoria. "C'e' una cosa che e' venuta a mancare e che oravogliamo in quanto tifosi del Milan ed innamorati di questicolori, la chiarezza - si legge nella nota - Abbiamo una seriedi domande che vorremmo porre al presidente Berlusconi". Acominciare da "perche' per anni ci avete buttato fumo negliocchi promettendo un pronto ritorno ai fasti del passato, salvopoi nei fatti iniziare tanti progetti poi abbandonati nel girodi qualche mese? Quanto c'e' di vero nelle voci di unacessione, parziale o totale delle quote societarie?" E ancora:"Se l'intenzione e' vendere la societa' in maniera parziale perpoi restare in questa situazione di stallo, allora vale la penacedere la totalita' della societa' e lasciare che qualcun altroprenda in mano la situazione. Quanta voglia ha ancora diriportarci sul tetto del mondo? E se non ne ha voglia, perche'prolungare l'agonia di questa mediocrita' che ci sta lentamenteportando verso il fondo? Noi siamo ancora grati per quantofatto in questi 29 anni, ma ormai abbiamo toccato il fondo enon vorremmo doverci ritrovare a scavare. Vuole portare avantila storia della sua famiglia, legandola ancora al Milan? Noiappoggeremmo sicuramente questa scelta, ma se si trattasse diuna scelta portata avanti con criterio, lasciando la societa'in mano a Sua figlia senza l'impedimento di terze persone cheormai hanno fatto il loro tempo (ed i propri interessi), masoprattutto con un portafoglio da dedicare al Milan e allaricostruzione del Milan". Secondo i tifosi della sud, "Questoperche' solo cosi' potrebbe portare avanti la storia di unafamiglia milanese e milanista che guida un club di livellomondiale della propria citta'. E' sicuro di amare ancora questasquadra come il primo giorno? Non dimentichiamo di certo quantoha fatto per noi, prendendoci in un tribunale e portandoci inpochi anni ad essere sul tetto del mondo. Ma purtroppo siamoormai da troppo tempo di fronte ad un immobilismo che ci fasentire soli, abbandonati a noi stessi e quasi rassegnati.Purtroppo dopo esser stati sempre fiduciosi e ad aver atteso e'giunta l'ora di prendere in mano la situazione e, a partire dadomani cominceremo con una serie di iniziative volte adottenere chiarezza e far capire che troppe cose non ci vannopiu' bene". Da qui l'invito a disertare la sfida di domani conil Cagliari: "Dovranno restare completamente soli, come cihanno fatto sentire tante, troppe volte in questi anni.Invitiamo chi ha gia' fatto prenotazioni di viaggi o acquistatoil biglietto a restare, se possibile, fuori dallo stadio e sequesto fosse impossibile, quantomeno a non esporre striscioni ebandiere, e ad astenersi dal tifare. Oggi piu' che mai ilpopolo rossonero deve dimostrare unita' d'intenti e mettere ifautori di questa situazione di fronte alle proprieresponsabilita'. E soprattutto e' giunta l'ora di lasciare daparte le chiacchiere da bar o da internet ed iniziare adimostrare nei fatti quanto ognuno tiene davvero a questasituazione. E' l'ultimo appello da parte di Curva, Milan Club etutto il popolo rossonero, al Presidente, ossia alla personache piu' di tutti in questo momento puo' fare chiarezza erisolvere questa situazione, dopo di che saremo consapevoli chenon restera' altra via se non una forte opposizione". (AGI).