Doppietta di Dzeko e Salah, la Roma vince 3-1 a Napoli

Per i partenopei in gol Koulibaly (autore di un grave errore nella prima rete giallorossa). Ora la squadra di Spaletti è seconda in classifica

Doppietta di Dzeko e Salah, la Roma vince 3-1 a Napoli
Mohamed Salah (AFP) 

Roma - Vittoria, sorpasso e secondo posto per la Roma. I giallorossi vincono 3-1 al San Paolo e scavalcano in classifica gli azzurri portandosi a quota 16 punti, contro i 14 del Napoli. Dzeko (doppietta) e Salah firmano il successo della squadra di Spalletti, inutile la rete del momentaneo 1-2 di Koulibaly. Roma in vantaggio al 43' del primo tempo con Edin Dzeko che sfrutta l'assist di Salah e il velo di Nainggolan e batte Reina. Nella ripresa, al 9', ancora l'attaccante bosniaco in gol con un colpo di testa vincente. Immediata la reazione degli azzurri che, al 13', tornano in partita con Koulibaly che svetta in area e dimezza lo svantaggio. Il Napoli cerca il pari con insistenza, ma la difesa giallorossa tiene e, al 40', Salah chiude il match segnando in contropiede il gol dell'1-3. Roma seconda con 18 punti, a -2 dalla capolista Juve questa sera impegnata contro l'Udinese. Il Napoli, alla seconda sconfitta consecutiva, resta a quota 14.

LA CRONACA: ROMA SENZA STROOTMAN RITROVA IL SUO BOMBER DZEKO

In emergenza per le assenze impreviste di Strootman e Bruno Peres, Spalletti fa un piccolo capolavoro varando un inedito 3-4-2-1, con Salah e Nainggolan a sostegno di Dzeko. L'inattesa mossa tattica che mette in difficoltà il Napoli, però, è rappresentata dalla difesa a tre con Florenzi chiamato al doppio, faticoso compito: marcare Insigne e attaccare Ghoulam, già alle prese con il continuo movimento di Salah. La Roma parte bene e, dopo una punizione di Insigne che mette i brividi a Szczesny, prende il controllo della partita e colleziona buone opportunità. Ci prova due volte Dzeko (esterno al volo su cross di Perotti e fuga in profondità contenuta da Koulibaly sull'assist di Nainggolan), poi Perotti sfiora il palo con un gran destro a giro, infine ancora l'attaccante bosniaco e Nainggolan con tiri deboli e centrali da buona posizione. Quando la Roma cala un po' l'intensità, allenta il pressing e arretra il proprio baricentro anche a causa dell'inatteso caldo del San Paolo, il Napoli prova a venire fuori. Manolas e Fazio salvano Szczesny respingendo le conclusioni di Callejon, Insigne e Hamsik, il portiere polacco fa il resto deviando in angolo un potente sinistro di Callejon.

ERRORE DI KOULIBALY, DZEKO DA' IL VIA ALLE 'DANZE'

Al 43', quando il primo tempo sembra volgere al termine senza gol, arriva il vantaggio giallorosso grazie a un'ingenuità di Koulibaly, che si fa rubare palla da Salah vicino alla propria area: sull'assist dell'egiziano, Nainggolan fa velo e per Dzeko è facile battere Reina. Roma in vantaggio con merito nonostante il possesso palla e i corner collezionati dal Napoli. E al 9' della ripresa arriva addirittura il raddoppio giallorosso, ancora firmato da Dzeko (marcato male da Hysaj), stavolta di testa sulla punizione battuta da Florenzi. A questo punto Sarri, per la prima volta senza l'infortunato Milik, corre ai ripari e toglie dal campo un Gabbiadini impalpabile per inserire Mertens e affidarsi a un tridente "leggero" con Callejon e Insigne. La spinta maggiore per i padroni di casa arriva però dalla rete segnata subito da Koulibaly, che prova a farsi perdonare l'errore sul primo gol giallorosso anticipando tutta la difesa avversaria e insaccando di testa il corner di Ghoulam.

Il San Paolo riprende forza e torna a spingere il Napoli a gran voce, Mertens prova a vivacizzare l'attacco azzurro ma la partita non cambia. La Roma arretra il baricentro ma controlla il ritmo del match e si rende pericolosa sulle ripartenze, come al 18' quando Salah mette alto il destro al volo su cross di Perotti. Il Napoli si butta in avanti con orgoglio ma Szczesny non rischia mai e all'85' Salah fugge via in contropiede per chiudere il match con freddezza. La Roma conquista tre punti fondamentali, scavalca i partenopei e si porta per qualche ora a sole due lunghezze dalla Juventus, che stasera scenderà in campo contro l'Udinese. Il Napoli incassa la seconda sconfitta consecutiva e perde l'imbattibilità al San Paolo.

(AGI)