Carpi 'vede' la salvezza, Genoa travolto 4-1

Torino vince a Bologna con un rigore di Belotti al 93esimo

Carpi 'vede' la salvezza, Genoa travolto 4-1
 Lorenzo Lollo

Modena - Va al Carpi il secondo anticipo della 33esima giornata di Serie A. Al 'Braglia' di Modena, gli emiliani battono per 4-1 il Genoa. Ospiti avanti al 34' con Pavoletti, poi, dopo l'espulsione per doppia ammonizione di Izzo, i padroni di casa pareggiano nel recupero del primo tempo con Di Gaudio (49') e completano il recupero con Lollo (50'). Nella ripresa, al 4', il 3-1 di Pasciuti e al 41' il definitivo 4-1 di Sabelli. In classifica il Carpi sale a 31 punti e lascia il Palermo, impegnato domani in casa della Juventus, solitario al terzultimo posto; il Genoa resta invece fermo a quota 40.

Torino vince a Bologna con un rigore di Belotti al 93esimo

Vittoria doveva essere, e vittoria e' stata. Con Gnahore' e Brkic indisponibili, Castori schiera Mbakogu come punta unica, supportato da Lollo. Privo dello squalificato Munoz e degli infortunati Burdisso, Pandev e Perin, Gasperini si affida in attacco al tandem Cerci-Pavoletti, con Tachtsidis in cabina di regia e Lamanna tra i pali. Bell'avvio dei padroni di casa, che sfruttano anche l'approccio eccessivamente soft dei liguri per rendersi subito pericolosi: al 3' Lamanna blocca una punizione insidiosa di Gagliolo, all'8' Mbakogu serve Lollo, palla a Di Gaudio e l'estremo ospite sventa in corner. Il Genoa sembra non esserci con la testa, anche se lentamente si scuote per prendere campo e difendere con maggior accortezza.(Almeno sino al 34': Letizia lascia andare Dzemaili, assist a Pavoletti che da centro area infila sotto la traversa la sua 11esima rete in campionato. Ma e' nel recupero che la gara si accende. Izzo ferma Letizia con un fallo tattico e Rizzoli, al 46', gli sventola il secondo giallo. Genoa in dieci ma Cerci, al 48', si divora a tu per tu con Belec il raddoppio, spedendo alto un prezioso pallone di Lexalt. E cosi', al 49', il Carpi impatta: gran lavoro in area di Mbakogu, Di Gaudio firma l'1-1 in rovesciata. Al 50', poi, Lamanna e' provvidenziale su Lotto ma deve arrendersi, qualche secondo dopo, proprio al trequartista di casa, che nel prosieguo dell'azione infila su cross basso di Pasciuti.

Gasperini, imbufalito per l'eccessivo recupero (ma la barella era entrata ben due volte in campo), viene allontanato per proteste da Rizzoli. Nella ripresa i liguri si ripresentano senza Cerci e Rigoni ma, prima dell'ingresso di Lasagna, gli emiliani chiudono in pratica i giochi. E' il 4': Di Gaudio scatta sulla sinistra e imbecca Pasciuti, che firma il 3-1 da posizione piu' che invitante. I rossoblu' tentano di reagire al 14' con Lazovic, che mette fuori un pallone d'oro, Lamanna al 19' mette in corner su un sinistro dalla distanza di Lasagna. Il quale, al 25' e al 29', non riesce a concretizzare due ottime chance, tenendo in vita un match che in realta' ha ancora poco da dire. Al 41' e' invece Pasciuti a far scorrere definitivamente i titoli di coda con la rete del 4-1 che fa impennare le quotazioni, in chiave salvezza, del Carpi. (AGI)