Higuain-Juve, sconto di 4 milioni. Cori contro De Laurentiis e Pipita

La clausola scende a 90 milioni se a pagarla è un altro club. A Trento fischi per il patron e insulti all'attaccante

Higuain-Juve, sconto di 4 milioni. Cori contro De Laurentiis e Pipita
Gonzalo Higuain dopo un gol con la maglia del Napoli (2016) (Afp) 

Trento - La Juventus per l'acquisto di Gonzalo Higuain dovrà pagare 90 milioni e non i 94 milioni e 736mila euro  fissati dalla clausola rescissoria. L’accordo tra l'attaccante argentino e il club azzurro prevede infatti che nel caso in cui fosse stato Higuain a svincolarsi, il giocatore avrebbe dovuto versare a De Laurentiis 94,7 milioni. Ma se è un altro club a pagare, come nel caso della Juve, allora c’è uno sconto di 4,7 milioni, ha spiegato la Gazzetta.

Intanto nell'amichevole di Trento, vinta per 4-0 dal Napoli con doppietta di Manolo Gabbiadini e reti di Albiol e Dumitru, i tifosi azzurri hanno preso di mira il Pipita con uno striscione che recitava “Higuain infame”. Tra i cori più gettonati, “Noi vogliamo vincere” e “Aurelio fuori i milioni”. Lui, il patron, Aurelio De Laurentiis è rimasto a Dimaro-Folgarida, quartier generale del ritiro azzurro, probabilmente per sottrarsi a possibili contestazioni.
 
Ora dall'a.d. Andrea Chiavelli si atende un botto sul mercato per far dimenticare Higuain, meglio se entro il primo agosto quando il Napoli festeggerà al San Paolo i suoi 90 anni. (AGI)