Albania-Serbia, e' gia' tensione: sassi contro il pullman

(AGI) - Tirana, 7 ott. - Tensione altissima in Albania, dovequesta sera e' in programma la sfida con la Serbia valevole peril girone I di qualificazione agli europei del 2016. Ilministero degli Esteri della Serbia ha convocato per protestal'ambasciatore albanese, dopo che mercoledi' pomeriggio ilpullman della nazionale del ct Radovan Curcic e' statobersagliato con una sassaiola a Tirana. Un vetro del mezzoall'altezza delle prime file dove erano seduti i calciatori e'stato centrato da una grossa pietra ed e' andato in frantumi,ma non ci sono stati feriti. Per Belgrado l'episodio solleva seri

(AGI) - Tirana, 7 ott. - Tensione altissima in Albania, dovequesta sera e' in programma la sfida con la Serbia valevole peril girone I di qualificazione agli europei del 2016. Ilministero degli Esteri della Serbia ha convocato per protestal'ambasciatore albanese, dopo che mercoledi' pomeriggio ilpullman della nazionale del ct Radovan Curcic e' statobersagliato con una sassaiola a Tirana. Un vetro del mezzoall'altezza delle prime file dove erano seduti i calciatori e'stato centrato da una grossa pietra ed e' andato in frantumi,ma non ci sono stati feriti. Per Belgrado l'episodio solleva seri dubbi sulla sicurezzadella partita in programma nella citta' centrale di Elbasan,per la quale le autorita' albanesi hanno schierato 1.800poliziotti. L'ingresso e' stato vietato ai tifosi ospiti, adeccezione di 70 studenti serbi. "Se il livello della sicurezzaresta questo, ci saranno problemi", ha avvertito il presidentedella federcalcio serba, Tomislav Karadzic, "aspettiamo divedere cosa succedera' ora". L'ambasciatore di Tirana a Belgrado, Ilir Bocka, si sarebberifiutato di ricevere la nota di protesta del governo serbo,ribadendo che sono state prese misure di sicurezza adeguate epromettendo che non ci saranno altri incidenti. Un video dell'attacco ripreso dall'interno del pullmanmostra due ali di folla che attendono la nazionale serba e alpassaggio del mezzo volano sassi, almeno due dei quali locolpiscono. "Abbassate le teste", si sente urlare nel pullman. Un anno fa la prima partita tra le due nazionali a Belgradoera stata interrotta per le risse in campo scoppiate dopo cheun drone aveva fatto cadere sul campo una bandiera della GrandeAlbania, una provocazione verso i serbi che ancora rivendicanola loro ex provincia del Kosovo. L'organizzatore di quel blitze' stato arrestato dalla polizia albanese a poche ore dallamuova partita tra le due nazionali: era in possesso di unapistola e di 36 biglietti per la gara, nonostante il divieto dimettere piede in uno stadio. (AGI).