A novembre la programmazione di Netflix entra nel vivo

Dal ritorno di Scorsese al gangster movie alle nuove stagioni di 'Atypical' e 'The Crown'

netflix the irishman 

Con novembre la programmazione on demand di Netflix entra nel vivo in Italia, riprendendo il discorso chiuso un anno fa con molte delle più appassionanti serie tv. Già nella prima metà del mese sono uscite diverse nuove stagioni, tra le più attese la terza di “Atypical”, che racconta il passaggio all’adolescenza di Sam, un ragazzo affetto dalla Sindrome di Asperger; serie divertente, appassionante, a tratti commovente, che unisce la freschezza di una storia teen alla documentazione realistica di una famiglia che vive questo genere di disagio che, come avviene anche nella realtà, spesso si trasforma in un vero e proprio tesoro. Per chi non l’avesse vista: “The Big Bang Theory” che incontra “The Society”.

Grande attesa per il ritorno di quella che è stata una delle più apprezzate serie tv della passata stagione, “The End Of The Fucking World”; prodotto inglese ispirato al fumetto omonimo di Charles Forsman, scritto, diretto ed interpretato benissimo, che si allontana di molto dal classico stile anglosassone e racconta la fuga attraverso l'Inghilterra di due ragazzi al limite: James, diciassettenne convinto di essere uno psicopatico, e la sua compagna di classe Alyssa.​

Per quanto riguarda invece ciò che ancora deve uscire, fari puntati sulla terza stagione di “The Crown”, storia della Regina Elisabetta II dal suo matrimonio, nel 1947, ai giorni nostri. Serie ampiamente acclamata dalla critica e premiata con il Golden Globe come miglior serie drammatica. Bisognerà aspettare invece la fine del mese per la quinta stagione di “Vikings”, per proseguire sulle orme delle avventure del guerriero Ragnarr Loðbrók.

Interessante anche la proposta mensile dei film, che variano dai classici come “Colazione da Tiffany” e “Quei bravi ragazzi” a nuovi cult come “L’uomo senza gravità”, prodotto italiano firmato da Marco Bonfanti con Elio Germano, “Jumanji – Benvenuti nella giungla”, “Il petroliere” e, naturalmente, il titolo più atteso, quel ”The Irishman” che segna il ritorno del maestro Martin Scorsese nel mondo dei gangster movie, accompagnato da Robert De Niro, Al Pacino, Joe Pesci ed Harvey Keitel. Un film che la critica ha già bollato come capolavoro. Imperdibile.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it