C'è chi odia Aurora Ramazzotti tanto da volerla sfregiare

In un'intervista il dramma che ha vissuto. "Vivo con un bodyguard accanto"

C'è chi odia Aurora Ramazzotti tanto da volerla sfregiare
Flavio Lo Scalzo / AGF 
Aurora Ramazzotti 

Una mail indirizzata un anno fa a Michelle Hunziker in cui anonimi le chiedevano soldi per non gettare dell’acido in faccia alla figlia. Da quel momento per Aurora Ramazzotti è cominciato un incubo.

"Quando l'ho saputo ho avuto un attacco di panico. Mi sono guardata attorno: un attimo prima ero libera, poi non lo sono più stata" ha raccontato in un' intervista al Corriere della Sera. Da quel giorno la vita per la 21enne è cambiata, è stata costretta a darsi delle regole, a prestare maggiore attenzione e a non essere più sola: una guardia del corpo le sta accanto, per proteggerla nel caso in cui quelle minacce dovessero concretizzarsi.

Sotto protezione

"Da un giorno all’altro ho dovuto adattarmi a un’altra persona, che è la guardia del corpo che vive con me da allora. All’inizio ho preso le distanze da tutto: sono tornata da mia madre e non ho più visto nessuno. Avevo paura. Ora ho un equilibrio ma faccio il triplo più attenzione. Se penso a come ero, è assurdo" racconta. E sul motivo delle minacce la Ramazzotti ha le idee chiare: "Era il modo più efficace per fare leva su mia madre. Ma hanno trovato una donna forte e coraggiosa. Io all’inizio non lo sono stata, ora di più".

Le scelte sulla carriera

Il mondo dello spettacolo è nel suo dna, è ovvio, ma tra musica e tv Aurora ha scelto quest'ultima anche se un approccio con la prima c'è stato. "Mio padre mi ha fatto capire che per vivere di musica devi avere un fuoco che arde dentro. Anni fa mi ero iscritta ai provini di 'X Factor' senza dirlo ai miei: nella mia testa non avevo niente da perdere. Papà mi ha fatto riflettere: se avessi voluto seguire quella strada, non avrei fatto solo quel gesto di pancia, mi ci sarei dedicata. Con la tv posso conciliare molte cose e 'Vuoi Scommettere?' è un programma davvero bello".

Raccomandata ma determinata

"Non leggo molto i commenti: sono il modo di autodistruggersi più semplice. Ma incapparci è inevitabile. L’altro giorno ho acceso la radio e una speaker parlava male di me. Diceva che già non sopportava mia mamma, figurarsi me. Ormai, quasi non mi toccano. E molte critiche le accetto perché è vero che sono raccomandata. Non sono stati mia madre o mio padre a chiedere alla Rete di prendermi, ovvio. Ma è vero che ho avuto una spinta con due genitori famosi. Lo è altrettanto che sono cresciuta respirando spettacolo: al mio posto chiunque farebbe lo stesso, avendo la mia passione e, penso, le mie capacità. Sarà il tempo a parlare".

Una famiglia allargata

"La notizia dell’arrivo di Raffaella (prima figlia di Eros avuta da Marica Pellegrinelli ) è stata traumatica - ammmette - Pensare di dover condividere mio padre con un’altra famiglia era tosto. Questo finché non l’ho avuta in braccio: è come se mi fossi sentita di colpo responsabile per lei. E l’ho amata. Poi ne hanno sparati fuori quattro e ora ne vorrei altri, perché per un bel po’ non intendo farli".

Pino ed Eros

Con la figlia di Pino Daniele, Sara, Aurora è molto amica fin da bambina. "È una sorella. Ma non ci siamo conosciute per i papà. Anzi, noi li abbiamo fatti riavvicinare: Pino e papà avevano litigato durante il tour. Quando siamo diventate amiche, siamo andate a fare volontariato in Perù: a 14 anni dall’altra parte del mondo. Così loro si sono risentiti e ritrovati".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it