Repubblica Democratica del Congo

Repubblica Democratica del Congo

Capitale: Kinshasa

Superficie: 2.345.410 km ²

Lingua ufficiale: francese

Forma di Governo: Repubblica semipresidenziale

Valuta: franco congolese

Situata nel bel mezzo dell’Africa con una superficie di 2,3 milioni di chilometri quadrati (quasi quanto i due terzi dell’Unione Europea), la Repubblica Democratica del Congo è il terzo Paese dell’area sub-sahariana per popolazione, con quasi 70 milioni di abitanti. La foresta pluviale, che ricopre gran parte del bassopiano della nazione, garantisce un alto tasso di biodiversità, oltre a rappresentare uno dei polmoni del mondo. L’abbondanza delle precipitazioni e gli oltre 80 milioni di terra coltivabile, inoltre, danno alla Repubblica Democratica del Congo (RDC) un enorme potenziale agricolo. E’ anche per questo che il fabbisogno alimentare della popolazione, composta da circa 450 tribù, è soddisfatto grazie all’utilizzo sostenibile delle risorse naturali. La sua economia si concentra principalmente sul settore primario. Il paese possiede delle immense risorse naturali.

Antica colonia, chiamata ‘Congo belga’, diede origine a un forte afflusso di coloni dall'Europa che si insediarono principalmente sulla costa. L’indipendenza venne concessa nel 1960 Dal 1971 al 1997 era ufficialmente nota come Zaire. Dopo diverse guerre e crisi di governo, la Repubblica Democratica del Congo continua a vivere ancora oggi in un clima molto instabile. Sono le province orientali le zone in cui persiste la presenza di bande armate, di milizie non governative, di ex-militari e di gruppi tribali, i quali effettuano incursioni e razzie con conseguenti massacri di civili.

La maggior parte delle morti non è però provocata dalle violenze del conflitto in corso nel paese africano, ma dalla malnutrizione e dalla situazione delle strutture sanitarie ormai al collasso. Si calcola che la crisi che affligge la Repubblica Democratica del Congo uccida 38.000 persone ogni mese, 4.000.000 dall'inizio del conflitto.