Netanyahu in arrivo a Roma, "ci opporremo ai diktat"

(AGI) - Gerusalemme, 15 dic. - Il governo israeliano siopporra' a "qualsiasi diktat" da parte del Consiglio disicurezza dell'Onu. Il premier, Benjamin Netanyahu, poco primadi partire per Roma dove oggi vede il segretario di Stato Usa,John Kerry, e il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, haribadito che non si pieghera' alle pressioni per fissare unascadenza per il ritiro da Cisgiordania e Gerusalemme est, comeprevede la bozza di risoluzione palestinese. "Non accetteremotentativi di imporci gesti unilaterali su una base temporalelimitata", ha avvertito in un comunicato, "in una realta' incui il terrorismo islamico

(AGI) - Gerusalemme, 15 dic. - Il governo israeliano siopporra' a "qualsiasi diktat" da parte del Consiglio disicurezza dell'Onu. Il premier, Benjamin Netanyahu, poco primadi partire per Roma dove oggi vede il segretario di Stato Usa,John Kerry, e il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, haribadito che non si pieghera' alle pressioni per fissare unascadenza per il ritiro da Cisgiordania e Gerusalemme est, comeprevede la bozza di risoluzione palestinese. "Non accetteremotentativi di imporci gesti unilaterali su una base temporalelimitata", ha avvertito in un comunicato, "in una realta' incui il terrorismo islamico riesce a raggiungere qualsiasiangolo del pianeta, respingeremo qualsiasi tentativo dipiazzare quel terrorismo dentro casa nostra". "Saremoirremovibili di fronte a qualsiasi diktat", ha insistitoNetanyahu. (AGI).