Made in Italy: Mise,piano promozione straordinario da 260 mln

(AGI) - Roma, 26 feb. - Valorizzare l'immagine del Made inItaly nel mondo. Ampliare il numero delle imprese, inparticolare le Pmi, che operano sul mercato globale. Espanderele quote italiane del commercio internazionale che hanno vistola bilancia commerciale chiudersi l'anno scorso con un avanzorecord di 42,9 miliardi di euro (il miglior risultato in Europadopo la Germania). Sostenere le iniziative di attrazione degliinvestimenti esteri in Italia. Questi i principali obiettividel Piano per la promozione straordinaria del Made in Italy el'attrazione degli investimenti in Italia per il quale sonostati stanziati 260 milioni di

(AGI) - Roma, 26 feb. - Valorizzare l'immagine del Made inItaly nel mondo. Ampliare il numero delle imprese, inparticolare le Pmi, che operano sul mercato globale. Espanderele quote italiane del commercio internazionale che hanno vistola bilancia commerciale chiudersi l'anno scorso con un avanzorecord di 42,9 miliardi di euro (il miglior risultato in Europadopo la Germania). Sostenere le iniziative di attrazione degliinvestimenti esteri in Italia. Questi i principali obiettividel Piano per la promozione straordinaria del Made in Italy el'attrazione degli investimenti in Italia per il quale sonostati stanziati 260 milioni di euro e il cui decreto diattuazione e' stato appena firmato dal Ministro dello Sviluppoeconomico Federica Guidi. Il piano e' stato illustrato oggi - nel corso della Cabina di Regia sull'Internazionalizzazionesvoltasi al Mise e co-presieduta dal ministro Guidi e dalministro degli Affari Esteri Paolo Gentiloni - dal viceministro Carlo Calenda. Hanno partecipato il ministrodell'Economia Pier Carlo Padoan, il ministro delleInfrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi, il ministro dellePolitiche Agricole Maurizio Martina e il sottosegretario delMinistero dei Beni e delle Attivita' culturali FrancescaBaracciu. Alla riunione erano presenti anche i vertici di Ice,Cdp, Simest, Conferenza Regioni, Confindustria, Unioncamere,Rete Imprese Italia, Abi e Alleanza Cooperative. .