Isis: direttore museo Baghdad "statue distrutte erano copie"

(AGI) - Roma, 14 mar. - Le statue distrutte dagli jihadistidell'Isis nel museo Ninawa di Mosul "erano copie, gli originalisono tutti qui". A far tirare un sospiro di sollievo, dopo ilvideo delle devastazioni diffuso dall'Isis lo scorso 26febbraio, e' stato il direttore del museo di Baghdad, QaisHussei Rashid, in un'intervista alla tv Deutsche Welle. La notizia e' stata confermata anche dalla responsabile delDipartimento antichita' dell'Autorita' per la protezione delpatrimonio culturale iracheno, Fawzye Al-Mahdi. "Nessuno degliartefatti distrutti nel video era originale", ha spiegatoAl-Mahdi. Tuttavia, Atheel Nuafi, governatore di Mosul inesilio, ha

(AGI) - Roma, 14 mar. - Le statue distrutte dagli jihadistidell'Isis nel museo Ninawa di Mosul "erano copie, gli originalisono tutti qui". A far tirare un sospiro di sollievo, dopo ilvideo delle devastazioni diffuso dall'Isis lo scorso 26febbraio, e' stato il direttore del museo di Baghdad, QaisHussei Rashid, in un'intervista alla tv Deutsche Welle. La notizia e' stata confermata anche dalla responsabile delDipartimento antichita' dell'Autorita' per la protezione delpatrimonio culturale iracheno, Fawzye Al-Mahdi. "Nessuno degliartefatti distrutti nel video era originale", ha spiegatoAl-Mahdi. Tuttavia, Atheel Nuafi, governatore di Mosul inesilio, ha spiegato che tra le copie vi erano due statueoriginali, distrutte dai miliziani islamisti: si tratta di untoro alato e del Dio di Rozhan. Nel video diffuso dall'Isis, che ha indignato il mondo, glijihadisti distruggevano con ferocia, a colpi di piccone e conun martello pneumatico, le opere custodite nel museo Ninawa,perche' rappresentavano ai loro occhi falsi idoli senza valore.(AGI).