Giugno piovoso ma primavera 2015 piu' calda di sempre

(AGI) - Roma, 21 giu. - La primavera 2015 e' stata la piu'calda di sempre sul pianeta facendo registrare una temperaturamedia sulla superficie della terra e degli oceani, addiritturasuperiore di 0,85 gradi celsius rispetto alla media delventesimo secolo. E' quanto emerge da una analisi dellaColdiretti in occasione del solstizio d'estate che segna ilcambiamento stagionale e precede gli Stati generali suiCambiamenti Climatici a Roma ai quali interviene anche ilpresidente Roberto Moncalvo, sulla base dei dati della bancadati Noaa, il National Climatic Data Centre relativi al periodocompreso tra marzo e maggio 2015.

(AGI) - Roma, 21 giu. - La primavera 2015 e' stata la piu'calda di sempre sul pianeta facendo registrare una temperaturamedia sulla superficie della terra e degli oceani, addiritturasuperiore di 0,85 gradi celsius rispetto alla media delventesimo secolo. E' quanto emerge da una analisi dellaColdiretti in occasione del solstizio d'estate che segna ilcambiamento stagionale e precede gli Stati generali suiCambiamenti Climatici a Roma ai quali interviene anche ilpresidente Roberto Moncalvo, sulla base dei dati della bancadati Noaa, il National Climatic Data Centre relativi al periodocompreso tra marzo e maggio 2015. La primavera 2015 - sottolinea la Coldiretti - e' stata lapiu bollente di sempre sulla terra e sugli oceani da quandosono iniziate le rilevazioni nel 1880 e sorpassa il precedenterecord del 2010. Un record storico per la temperatura piu'elevata sul pianeta si registra anche se si considerano i primicinque mesi del 2015. Si tratta di valori che confermano latendenza ad una accelerazione nel surriscaldamento poiche' trai 10 anni piu' caldi, da quanto sono iniziate le rilevazioni,ben nove - precisa la Coldiretti - sono successivi al 2000. Il2014 e' in testa alla classifica degli anni piu bollentidavanti al 2010 che e' seguito dal 2005 e dal 1998 e poi a parimerito dal 2013 e dal 2003 e a seguire il 2002, il 2006 e il2009. Anche in Italia l'arrivo dell'estate e' stato precedutoda temperature piu' elevate della media ma anche da una fortevariabilita' che ha determinato improvvisi e violente temporaliche oltre ha rovinato le vacanze ai 4,2 milioni di italiani inferie a giugno e provocato gravi danni alle coltivazioniagricole, soprattutto a causa della grandine.