Censis: 41, 7% famiglie rinuncia a cure, liste attesa lunghe

(AGI) - Roma, 20 ott. - A causa delle lunghe liste di attesanella sanita' pubblica e dei costi proibitivi della sanita'privata, nel 41,7% delle famiglie almeno una persona in un annoha dovuto rinunciare a una prestazione sanitaria. E' quantoemerge dall'indagine "Bilancio di sostenibilita' del welfareitaliano" del Censis e dalle ricerche delle associazioni deiconsumatori realizzate per il Forum Ania-Consumatori. Inoltre gli italiani pagano "di tasca propria" il 18% dellaloro spesa sanitaria totale, vale a dire oltre 500 europro-capite l'anno. La percentuale della spesa individuale deisingoli cittadini si attesta in Francia al 7%

(AGI) - Roma, 20 ott. - A causa delle lunghe liste di attesanella sanita' pubblica e dei costi proibitivi della sanita'privata, nel 41,7% delle famiglie almeno una persona in un annoha dovuto rinunciare a una prestazione sanitaria. E' quantoemerge dall'indagine "Bilancio di sostenibilita' del welfareitaliano" del Censis e dalle ricerche delle associazioni deiconsumatori realizzate per il Forum Ania-Consumatori. Inoltre gli italiani pagano "di tasca propria" il 18% dellaloro spesa sanitaria totale, vale a dire oltre 500 europro-capite l'anno. La percentuale della spesa individuale deisingoli cittadini si attesta in Francia al 7% e in Inghilterraal 9%. Infine, in Italia ci sono 3 milioni di cittadini nonautosufficienti che necessitano di assistenza, oltre 1,3milioni le "badanti", con una spesa per le famiglie di circa 10miliardi l'anno.