Vacanze, italiani tornano a spendere: +2,5% la spesa delle famiglie in villeggiatura 

Giro d'affari servizi, alloggi, cibo e svaghi vola a quota 16,4 miliardi di euro. Bene turismo in Italia, effetto terrorismo porta a crescita presenze

(Codacons) - In questa estate 2016 gli italiani tornano a spendere. Lo afferma il Codacons,  che registra una maggiore propensione alla spesa da parte delle famiglie durante le vacanze di agosto. 

    "Finalmente si registra una moderata crescita dei consumi e degli acquisti da parte dei cittadini in villeggiatura - spiega il presidente Carlo Rienzi - La spesa complessiva degli italiani per alloggi, servizi, cibo e svaghi risulta in crescita del +2,5% rispetto alle vacanze estive dello scorso anno, e vola complessivamente a quota 16,4 miliardi di euro. Un budget superiore a quello del 2015, che dimostra come le famiglie, se negli ultimi mesi hanno ridotto o mantenuto stabili i consumi generali, hanno scelto di non tagliare la spesa per le vacanze estive".

    "Il turismo italiano torna a segnare numeri positivi sia sul fronte delle presenze che della spesa complessiva - prosegue Rienzi - Due i fattori principali di cui stanno beneficiando le imprese turistiche italiane: prezzi al dettaglio sostanzialmente stabili o in discesa e l'effetto terrorismo, che ha portato non solo ad una crescita del numero di italiani che hanno deciso di trascorrere le vacanze entro i confini nazionali (circa il 75%), ma anche a maggiori presenze da parte di turisti stranieri,  che ritengono il nostro paese più sicuro rispetto ad altre località di vacanza estere" - conclude il presidente Codacons.