TRASPORTI: Atac, per Adoc bene mano ferma contro assenteisti ma la radice del problema e' al vertice

L'Adoc valuta positivamente il cambio di rotta dell'Atac sugli assenteisti ma ricorda come la radice dei numerosi problemi dell'azienda e' nei vertici e nella struttura.

"La vera battaglia per cambiare il servizio offerto dall'Atac e' al vertice, se sono i dirigenti a non interessarsi per primi delle sorti del servizio, a cascata si trasmette su tutti gli altri componenti - dichiara Lamberto Santini, Presidente dell'Adoc - per questo ci auguriamo che l'azienda subisca lo stesso trattamento di Roma Metropolitane, con l'azzeramento dei vertici per un nuovo inizio. Serve anche potenziare e formare sia gli operatori addetti alla manutenzione sia gli autisti, ma soprattutto serve cambiare un parco vetture obsoleto, oggi il 40% dei mezzi ha piu' di 30 anni di servizio alle spalle, con tutte le conseguenze del caso. L'utente e la sua soddisfazione devono essere al primo posto nei pensieri dell'azienda."

Roma, 21 luglio 2014