Rc auto: giu' al nord ma resta caro-scooter e neopatentati

CODACONS: TARIFFE ANCORA TROPPO ALTE RISPETTO A MEDIA UE E AUTOMOBILISTI DEL SUD PENALIZZATI. INTERVENGA L'UNIONE EUROPEA

Ancora insufficienti i cali per l'rc auto, e le tariffe praticate nel sud Italia continuano a penalizzare gli automobilisti residenti nel Mezzogiorno. Lo afferma il Codacons commentando i dati diffusi oggi dall'Ivass.

"L'andamento registrato tra aprile 2013 e aprile 2014 dimostra come il settore dell'rc auto sia ancora una giungla - afferma il presidente Carlo Rienzi - Neopatentati e cittadini del sud risultano pesantemente danneggiati dal caro-assicurazioni, pagando tariffe incredibilmente piu' alte rispetto alla media europea. Basti pensare che un neopatentato napoletano paga per assicurare la propria vettura mediamente 3.532 euro, contro una media europea per l'rc auto di appena 250 euro".

"Queste tariffe sono una vergogna - prosegue Rienzi - nonostante i numerosi interventi normativi non si e' riusciti ad ottenere un sensibile calo delle polizze per tutti gli automobilisti. A questo punto riteniamo indispensabile un intervento dell'Unione Europa, affinche' i prezzi praticati in Italia siano allineati velocemente alla media Ue".

11 settembre 2014