Prezzi: Istat conferma stime, a maggio -0,3% su anno

(Codacons) - da prezzi segnali insufficienti. Solo tabacco frena deflazione, e' ancora allarme prezzi
 
L’Istat conferma oggi l’aumento dell’inflazione dello 0,3% su base mensile a maggio, mentre su base annua il calo è pari al -0,3%. Ma per il Codacons i numeri forniti dall’istituto di statistica sono tutt’altro che rassicuranti.
 
“Dai prezzi arrivano segnali insufficienti – afferma il Presidente Carlo Rienzi – e la ripresa dell’inflazione su base mensile non deve trarre in inganno: l’incremento, infatti, è dovuto essenzialmente ai forti aumenti del tabacco registrati a maggio. In Italia è ancora allarme deflazione, e questo perché i consumi delle famiglie non sono ripartiti come da attese. Solo quando le famiglie torneranno a comprare, i prezzi al dettaglio potranno finalmente riprendere quota, con benefici per tutta l’economia” – conclude Rienzi.