Prezzi: continua la lunga fase di deflazione

(Federconsumatori-Adusbef) - Necessario rilanciare il lavoro e redistribuire i redditi per lasciarsi alle spalle questa fase di stallo.

Deflazione ferma ad agosto sul -0,1%. Un dato allarmante e drammatico, che testimonia lo stallo dell'economia, che ancora si trova in una fase di estrema incertezza ed instabilità.
Questo dato, unito a quello odierno sulla disoccupazione ed a quelli che si susseguono da mesi sui diversi indicatori economici, sottolineano con evidenza la necessità di agire urgentemente per dare una svolta decisa all'andamento economico e lasciarsi alle spalle questa fase di immobilismo divenuta insostenibile.
È indispensabile avviare un coordinato di interventi in grado di proiettare il Paese verso la crescita e lo sviluppo.
In tal senso, come abbiamo ripetuto fino alla noia, il Governo deve lanciare con urgenza un Piano Straordinario per il Lavoro, attraverso investimenti pubblici tesi a rimettere in moto il mercato del lavoro ed a modernizzare il Paese.
È questa la vera priorità: non dimentichiamo infatti che creare nuova occupazione non significa solo dare un futuro ai giovani senza lavoro, significa anche creare enormi benefici alle famiglie (che sono costrette a farsi carico del mantenimento di figli e parenti disoccupati, con una spesa di circa 450 Euro al mese) e così rilanciare la domanda interna.