Prezzi: Bolzano, Trieste e Bologna le città più care d'Italia

Record della deflazione a Milano, seguono Ancona e Bari

(UNC) - L'Unione Nazionale Consumatori, sulla base dei dati dell'inflazione di luglio, resi noti oggi dall'Istat, ha stilato la classifica delle città più care e meno care d'Italia.
In testa alla classifica delle città più care d'Italia torna Bolzano, dove l'inflazione dello 0,4% si traduce in un aggravio di spesa, per una famiglia di 4 persone, pari a 216 euro su base annua. Seguono, sempre in termini di aumento del costo della vita, Trieste, dove l'inflazione dello 0,4% determina un aumento del costo della vita pari a 161 euro e Bologna (inflazione +0,3%, + 128 euro). 
Prosegue anche a luglio il record della deflazione per Milano (-0,6%), in passato tra le città più care d'Italia. 
"Un fatto molto grave, il motore economico dell'Italia si è inceppato. Segno che la crisi ed il calo della domanda non ha risparmiato nessuno" afferma Massimiliano Dona, Segretario dell'Unione Nazionale Consumatori.
In ogni caso, grazie alla deflazione, una famiglia milanese di 4 persone risparmierà 308 euro su base annua in termini di riduzione del costo della vita. Al secondo posto della classifica dove si risparmia di più,  Ancona, dove grazie alla deflazione dello 0,5% vi sarà una minor spesa di 187 euro. Al terzo posto  Bari, dove una tradizionale famiglia di 4 componenti risparmierà 165 euro (-0,5%). 
Tra la città meno cara, Milano, e quella più cara, Bolzano, si determina una differenza annua, in termini di spesa, pari a 524 euro (308+ 216).

 

Tabella: spesa aggiuntiva per famiglia di 4 persone nelle città capoluogo (in ordine decrescente di spesa)

Città capoluogo

Spesa aggiuntiva per una famiglia di 4 persone (*)

Inflazione

Bolzano

216

0,4

Trieste

161

0,4

Bologna

128

0,3

Perugia

112

0,3

Napoli

98

0,3

Venezia

81

0,2

Trento

41

0,1

Aosta

0

0

Cagliari

-37

-0,1

Genova

-64

-0,2

Catanzaro

-81

-0,3

Roma

-82

-0,2

Firenze

-87

-0,2

Torino

-95

-0,2

Palermo

-123

-0,4

Potenza

-159

-0,5

Bari

-165

-0,5

Ancona

-187

-0,5

Milano

-308

-0,6

Fonte: Unione Nazionale Consumatori su dati Istat (aggiornati sulla base della nuova indagine Istat sui consumi)