Giubileo a Roma: Codacons chiede di istituire task force contro speculazioni

CI SARANNO RINCARI SPECULATIVI DEI PREZZI IN TUTTI I SETTORI E AUMENTI PER LE TARIFFE ALBERGHIERE. COMUNE DEVE IMPEDIRE ABUSI

CODACONS SCRIVE AL SINDACO MARINO: I CITTADINI VOGLIONO PARTECIPARE ALLE DECISIONI SUL GIUBILEO

Una task force contro le speculazioni in occasione del Giubileo straordinario. A chiederla il Codacons, che scrive oggi al sindaco di Roma, Ignazio Marino, rivolgendo un duplice appello.

In concomitanza con eventi importanti che convogliano nella capitale un elevato numero di fedeli, si registra puntualmente in citta' una speculazione generalizzata che coinvolge ogni settore - spiega l'associazione - Ne abbiamo avuto prova in occasione del Giubileo del 2000 o per la beatificazione di Giovanni Paolo II. Il commercio, la ristorazione e perfino i venditori abusivi ubicati nelle aree sensibili, aumentano i prezzi approfittando delle necessita' di turisti e pellegrini. Per non parlare degli alberghi, le cui tariffe in alcuni casi vengono addirittura triplicate.

"Abbiamo scritto oggi al Sindaco - afferma il presidente Carlo Rienzi - chiedendo di istituire una task force che controlli i listini e le tariffe e segnali alle competenti autorita' rincari speculativi dei prezzi. Al tempo stesso abbiamo chiesto a Marino di consentire la partecipazione del Codacons, in qualita' di associazione rappresentativa degli utenti , e dei cittadini a tutte le decisioni relative al Giubileo. Cio' per evitare delibere che possano ledere i diritti degli utenti e che sarebbero immediatamente impugnate dalla nostra associazione, cosi' come fatto per gli asili nido, le Ztl e le strisce blu" - conclude Rienzi.