Energia: bollette, da 1 ottobre elettricità -1,1%, gas +1,7%. Unc,  pessima notizia, -5,50 euro per luce e + 17,50 per gas

Governo abbassi imposte sull'energia.

(Unione Nazionale Consumatori) - Secondo quanto stabilito dall'Autorità per l'Energia, dall'1 ottobre per la famiglia-tipo la bolletta dell’elettricità registrerà una riduzione dell'1,1%, mentre la bolletta gas salirà dell'1,7 %.

"Nonostante la riduzione della luce, è una pessima notizia, considerato che stanno arrivando i mesi freddi e che la bolletta del gas incide molto di più sul bilancio di una famiglia rispetto a quella dell'elettricità. Insomma, i venditori di gas non rinunciano al vizietto di alzare i prezzi quando arriva il freddo" afferma Pieraldo Isolani, Responsabile settore energia dell'Unione Nazionale Consumatori.

"Un brutto colpo per le famiglie che già faticano ad arrivare a fine mese. Per una famiglia tipo significa pagare, su base annua (non, quindi, secondo l'anno scorrevole, ma dal 1° ottobre 2016 al 1° ottobre 2017), 5,50 euro in meno per la luce e 17,50 euro in più per il gas. Un bilancio, quindi, negativo per 12 euro. Un importo non elevato in termini assoluti, ma che rischia di mandare definitivamente in tilt i bilanci di chi è già in difficoltà" prosegue Isolani.

Per questo, se il Governo vuole davvero abbassare le tasse nella prossima Legge di stabilità, è bene che cominci proprio dalle imposte di luce e gas, pari, rispettivamente, al 38,55% e 39,26%.

l Codacons contro le speculazioni dei grossisti, che hanno determinato i rincari dello scorso luglio bloccati dal Tar della Lombardia. Lo spiega l’associazione dei consumatori, commentando gli aggiornamenti tariffari di luce e gas comunicati oggi dall’Autorità per l’energia.

“La stessa Autorità afferma che il mercato del dispacciamento è stato ricondotto alla normalità, ma per il Codacons non basta – afferma il presidente Carlo Rienzi – Vogliamo sapere i nomi di chi ha speculato sulle spalle delle famiglie, e attendiamo ancora dall’Autorità il provvedimento per introdurre il meccanismo di rimborso automatico agli utenti previsto dal Tar della Lombardia, assolutamente indispensabile se nella prossima bolletta saranno introdotti gli aumenti di luglio”.

Intanto grazie alle iniziative legali del Codacons, unica associazione che contro gli aumenti tariffari ha avviato una vera e propria battaglia legale, le famiglie italiane hanno risparmiato finora complessivamente 108 milioni di euro, grazie allo stop degli aumenti sulle fatture elettriche di luglio e agosto.