Ddl concorrenza: Delega governo su obbligo scatole nere

(Codacons) - Impossibile evitare che costi ricadano su utenti. Da scatola nera rincari per automobilisti, no ad obbligatorietà
 
E’ assolutamente impossibile garantire che i costi relativi alle scatole nere sulle autovetture non ricadano sugli utenti. Lo afferma il Codacons, commentando gli emendamenti al ddl Concorrenza sull’adozione della scatola nera su vetture pubbliche e private.
 
“Le norme del ddl Concorrenza prevedono che non vi siano “maggiori oneri per i cittadini”, ma si tratta di una promessa “da marinaio” – spiega il presidente Carlo Rienzi – L’installazione e la manutenzione ordinaria e straordinaria di una scatola nera su una automobile privata, così come la gestione dei dati e i necessari cambiamenti che vedranno coinvolte l’industria automobilistica e le imprese assicurative, avranno dei costi enormi. Anche qualora la norma preveda che non siano i cittadini a farsi carico di tale spese, i maggiori costi saranno inevitabilmente traslati sugli utenti finali, attraverso incrementi di tariffe e prezzi”.
 
“Per tale ragione riteniamo assurdo imporre l’obbligo della scatola nera agli automobilisti, che deve rimanere una scelta su base volontaria anche perché, in caso contrario, gli aggravi di spesa per la collettività risulteranno superiori ai benefici” – conclude Rienzi.