Consumi: devastante effetto tasse sugli acquisti di Natale

E' CRISI NERA PER ADDOBBI, ABBIGLIAMENTO E CALZATURE. ITALIANI RIDUCONO LA SPESA, SI SALVANO SOLO GIOCATTOLI E HI-TECH

Devastante "l'effetto tasse" sui consumi di Natale degli italiani. Lo denuncia il Codacons, alla vigilia della scadenza del 16 dicembre per il saldo della Tasi e dell'Imu.

Le scadenze fiscali del mese di dicembre, che oltre alle tasse sulla casa di domani vedono anche Iva, Tari e ritenute Irpef, stanno avendo un impatto pesante sulle spese degli italiani per le festivita', con una contrazione generalizzata degli acquisti natalizi del -5% rispetto allo scorso anno - spiega l'associazione - La riduzione di spesa pari a circa 500 milioni di euro sul Natale 2013 sta danneggiando in particolare i settori dell'abbigliamento, delle calzature e dell'arredamento, dove le vendite appaiono in flessione pesante.

"Ma gli italiani, per far fronte al pagamento delle tasse, hanno dovuto tagliare anche gli addobbi natalizi in casa, al punto che 1 famiglia su 3 ha rinunciato quest'anno a nuovi acquisti, preferendo riciclare palline, coccarde, luci, presepi degli anni passati - denuncia il Presidente Carlo Rienzi - Gli unici settori che al momento tengono testa alla crisi dei consumi sono gli alimentari, i giocattoli e i prodotti hi-tech, comparti dove gli acquisti appaiono in linea con quelli degli scorsi anni" - conclude Rienzi.

15 dicembre 2014