Vendemmia: in Trentino, distillazione grappa anticipata

(AGI) Trento, 18 set. - I primi segnali sull'annata dellevinacce trentine sono fornite dal report dell'Istituto diTutela della Grappa del Trentino. Gli alambicchi stanno peresser accesi nelle distillerie della Provincia di Trento, gia'da meta' settembre; uve sane e una buona vendemmia, seppure unpo' in anticipo, fanno sperare in una buona annata per legrappe piu' apprezzate d'Italia per qualita' degli aromi. A farpresagire questo dato la qualita' delle uve: sane (senzafenomeni di botrite nella buccia), vendemmiate alla giustamaturazione, seppure con qualche giorno di anticipo rispetto alsolito corso, ma giunte in tempi

(AGI) Trento, 18 set. - I primi segnali sull'annata dellevinacce trentine sono fornite dal report dell'Istituto diTutela della Grappa del Trentino. Gli alambicchi stanno peresser accesi nelle distillerie della Provincia di Trento, gia'da meta' settembre; uve sane e una buona vendemmia, seppure unpo' in anticipo, fanno sperare in una buona annata per legrappe piu' apprezzate d'Italia per qualita' degli aromi. A farpresagire questo dato la qualita' delle uve: sane (senzafenomeni di botrite nella buccia), vendemmiate alla giustamaturazione, seppure con qualche giorno di anticipo rispetto alsolito corso, ma giunte in tempi regolari alle distilleriepronte per la conservazione della vinaccia. La distillazione hagia' avuto inizio intorno alla meta' di settembre, nei tempiprevisti insomma, per questo il processo di trasformazionedelle vinacce si compira' entro il mese di novembre, primi didicembre, con circa un mese di anticipo rispetto a quantostabilito dal disciplinare dell'Istituto che prevede il 31dicembre come data ultima. Le vinacce dovrebbero sorprendere inpositivo di piu' sono quest'anno quelle a bacca bianca, inparticolare lo Chardonnay e il Pinot Grigio, che grazie alclima ideale in tempo di vendemmia e alla particolare sanita'delle uve, potranno dare degli ottimi risultati sul distillato.L'Istituto di Tutela della Grappa del Trentino, fondato nel1960 con l'obiettivo di tutelare e promuovere il prodotto, oggiconta 29 soci dei quali 21 distillatori e rappresentano laquasi totalita' della produzione trentina ed ha il compito divalorizzare la produzione tipica della Grappa ottenutaesclusivamente da vinacce prodotte in Trentino e diqualificarla con un apposito marchio d'origine: il tridente conla scritta "Trentino Grappa". Ogni anno vengono prodotti inTrentino circa 10 mila ettanidri di grappa (circa il 10% deltotale nazionale) vale a dire circa 4 milioni di bottiglieequivalenti (da 70 centilitri) distillando 15 mila tonnellatedi vinaccia. (AGI)Tn1/Mav