Pop. Vicenza: nel piano ipotesi pay-out all'80% dal 2017

(AGI) - Vicenza, 30 set. - Il piano industriale della Popolaredi Vicenza, approvato oggi pomeriggio dal cda, si sviluppa su 6linee guida principali e prevede "un'ipotesi di pay-out ratiopari all'80% a partire dall'esercizio 2017, soggetto airequisiti regolamentari". A spiegarlo un comunicatodell'istituto di credito, che sottolinea come la trasformazione"prendera' le mosse dal passaggio delle banca in spa quotata,pianificato entro aprile 2016", con un "rinnovo integrale dellagovernance entro il 30 giugno 2016". Le altre linee guida sonosolidita', con il "miglioramento dei coefficientipatrimoniali", attraverso l'aumento di capitale da 1,5 miliardiche sara' realizzato

(AGI) - Vicenza, 30 set. - Il piano industriale della Popolaredi Vicenza, approvato oggi pomeriggio dal cda, si sviluppa su 6linee guida principali e prevede "un'ipotesi di pay-out ratiopari all'80% a partire dall'esercizio 2017, soggetto airequisiti regolamentari". A spiegarlo un comunicatodell'istituto di credito, che sottolinea come la trasformazione"prendera' le mosse dal passaggio delle banca in spa quotata,pianificato entro aprile 2016", con un "rinnovo integrale dellagovernance entro il 30 giugno 2016". Le altre linee guida sonosolidita', con il "miglioramento dei coefficientipatrimoniali", attraverso l'aumento di capitale da 1,5 miliardiche sara' realizzato entro aprile", con un target al 2020 del12,4% per il Cet1 e del 13,2% per il Total capital ratio; unarevisione dei modelli di servizio alla clientela; unatrasformazione del modello operativo, "con un controllorigoroso e continuativo dei costi", una banca "focalizzatasulle attivita' core, a fronte dell'esternalizzazione di alcuneattivita' a basso valore aggiunto" e la chiusura di 75 filialientro l'anno; una gestione attiva del credito e infine unariqualificazione dell'attivo. Per quanto riguarda invece gliobiettivi economico-finanziari, la banca, attraverso lacrescita dei proventi operativi e un contenimento degli oneri,si aspetta "una crescita media annua del risultato dellagestione operativa pari al 9,4%". "Il risultato netto a fine2020 si prevede pari a 333 milioni di euro e corrisponde ad unrendimento medio sul capitale (Rote Adjusted) dell'8,6%, valoreadeguato e coerente con il potenziale che il Gruppo BPVi e' ingrado di esprimere alle attuali condizioni di scenario dimercato", conclude il comunicato. (AGI)Ve1/Pit