Aeroporti: Qatar Airways aumenta capacita' su Venezia

(AGI) - Venezia, 16 giu. - Nuovi aeromobili e piu' capacita':con l'arrivo della stagione estiva, da oggi, 16 giugno 2015,Qatar Airways rafforza la presenza su Venezia grazieall'introduzione dei nuovi Airbus A330 che, con 60 metri dilunghezza, 6 di larghezza e 300 posti in Business ed EconomyClass, aumenta la capacita' e il comfort sulla rotta checollega l'aeroporto Marco Polo con l'Hamad InternationalAirport di Doha. "Dopo l'introduzione dei nuovi aeromobilisulle rotte in partenza da Milano e Roma, oggi abbiamo dato ilvia all'aumento di capacita' da Venezia con l'introduzione delnuovo aeromobile Airbus A330,

(AGI) - Venezia, 16 giu. - Nuovi aeromobili e piu' capacita':con l'arrivo della stagione estiva, da oggi, 16 giugno 2015,Qatar Airways rafforza la presenza su Venezia grazieall'introduzione dei nuovi Airbus A330 che, con 60 metri dilunghezza, 6 di larghezza e 300 posti in Business ed EconomyClass, aumenta la capacita' e il comfort sulla rotta checollega l'aeroporto Marco Polo con l'Hamad InternationalAirport di Doha. "Dopo l'introduzione dei nuovi aeromobilisulle rotte in partenza da Milano e Roma, oggi abbiamo dato ilvia all'aumento di capacita' da Venezia con l'introduzione delnuovo aeromobile Airbus A330, confermando cosi' il ruolocentrale dell'Italia nella strategia di crescita globale dellacompagnia", ha spiegato Morena Bronzetti, Country Manager QatarAirways Svizzera, Malta e Italia. "Per l'aeroporto Marco Polodi Venezia l'introduzione del nuovo aeromobile Airbus A330rappresenta un importante successo e un arricchimentosignificativo nella rete di voli di lungo raggio" - ha aggiuntoCamillo Bozzolo, Direttore Commerciale Aviation di Save, lasocieta' che gesisce lo scalo - Tra noi e Qatar Airways si e'sviluppata da subito un'intesa proficua basata su obiettivicondivisi di sostenibilita' della rotta, che ci hanno portatoal risultato odierno, a supporto di una pronta e dinamicarisposta del mercato locale ed internazionale". (AGI)Ve1/Pit

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it