Sanita': campione volley Sintini dona 50mila euro per ricerca

(AGI) - Perugia, 2 mar. - "Emozionato e felice": ha descrittocosi' il campione di pallavolo, Giacomo Sintini, lo statod'animo che ha provato nel consegnare, oggi pomeriggio nellasede della giunta regionale a Perugia, 50mila euro per laricerca al professor Brunangelo Falini destinati alla ricercacontro il cancro. All'incontro erano presenti, tra gli altri,la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini e ildirettore dell'Azienda ospedaliera di Perugia, Walter Orlandi."Sono felice di poter consegnare cio' che in molti, con ilcuore, hanno donato alla nostra Associazione perche' in noivedono un mezzo per contribuire a fare del

(AGI) - Perugia, 2 mar. - "Emozionato e felice": ha descrittocosi' il campione di pallavolo, Giacomo Sintini, lo statod'animo che ha provato nel consegnare, oggi pomeriggio nellasede della giunta regionale a Perugia, 50mila euro per laricerca al professor Brunangelo Falini destinati alla ricercacontro il cancro. All'incontro erano presenti, tra gli altri,la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini e ildirettore dell'Azienda ospedaliera di Perugia, Walter Orlandi."Sono felice di poter consegnare cio' che in molti, con ilcuore, hanno donato alla nostra Associazione perche' in noivedono un mezzo per contribuire a fare del bene - ha affermatoGiacomo Sintini -. Sono determinato nel voler portare avantiquesta battaglia contro il cancro - ha aggiunto - perche' hofiducia nella ricerca e nei ricercatori e, soprattutto, nelprofessor Falini e nel suo staff e mi sento onorato nelsostenere il loro lavoro". "La sanita' pubblica funziona - hadetto la presidente Marini concludendo l'incontro - attraversol'impegno diretto delle istituzioni e con il contributo deicittadini attraverso la fiscalita', ma molto dipende anchedalla ricerca, da quanto si investe in questo campo e da comeviene condotta. L'esperienza di Giacomo Sintini, testimoniaproprio l'importanza della ricerca che, assume ancora piu'valore, se i suoi risultati sono messi a disposizione delservizio pubblico perche' cio' significa che sono per tutti icittadini indipendentemente dal ceto sociale e dalla condizioneeconomica". (AGI)Pg1/Sep