Regioni: Umbria, al via progetto salvaguardia scoiattolo rosso

(AGI) - Perugia, 12 dic. - Ha come obiettivo la salvaguardiadello scoiattolo rosso e della biodiversita' in tutto il centroItalia il progetto comunitario U-Savereds, finanziato dalProgramma Life+ dell'Unione Europea e presentato oggi nel corsodi una conferenza stampa, a Perugia, cui hanno partecipato,fra gli altri, l'assessore regionale all'agricoltura FernandaCecchini, il responsabile nazionale fauna e benessere animaledi Legambiente Antonino Morabito, il vicequestore aggiuntoDaniele Arcioni, responsabile Cites del Corpo Forestaledell'Umbria, Piero Genovesi, dell'Ispra, l'Istituto superioreper la protezione e ricerca ambientale, che e' capofila delprogetto. Partner le Regioni Umbria e Lazio, il Comune

(AGI) - Perugia, 12 dic. - Ha come obiettivo la salvaguardiadello scoiattolo rosso e della biodiversita' in tutto il centroItalia il progetto comunitario U-Savereds, finanziato dalProgramma Life+ dell'Unione Europea e presentato oggi nel corsodi una conferenza stampa, a Perugia, cui hanno partecipato,fra gli altri, l'assessore regionale all'agricoltura FernandaCecchini, il responsabile nazionale fauna e benessere animaledi Legambiente Antonino Morabito, il vicequestore aggiuntoDaniele Arcioni, responsabile Cites del Corpo Forestaledell'Umbria, Piero Genovesi, dell'Ispra, l'Istituto superioreper la protezione e ricerca ambientale, che e' capofila delprogetto. Partner le Regioni Umbria e Lazio, il Comune diPerugia, l'Istituto zooprofilattico sperimentale Umbria eMarche, Legambiente Umbria e Istituto Oikos (societa' che operanel campo della conservazione e gestione sostenibile dellerisorse naturali) e nasce dall'esigenza di tutelare loscoiattolo comune europeo, conosciuto come scoiattolo rosso,dalla progressiva diffusione, anche in Umbria, dello scoiattologrigio americano, che ne insidia l'habitat e la stessasopravvivenza. "Un progetto - ha sottolineato l'assessoreCecchini - che si inserisce tra le azioni che la Regione Umbriaha messo in atto per la difesa della biodiversita' dell'Umbria,animale e vegetale. Un obiettivo che rappresenta una priorita'per la salvaguardia dei nostri elementi identitari, dei nostrihabitat naturali, e che ci viene sollecitato anche dallaCommissione Europea, in considerazione della crescente perditadi biodiversita', a livello europeo e mondiale". "Un progettodi importanza nazionale - ha rilevato Genovesi, dell'Ispra,presidente del gruppo specialista sulle specie invasivedell'Unione mondiale per la conservazione della Natura -. InItalia, tra le specie alloctone e tra le più pericolose figuralo scoiattolo grigio. Le specie alloctone invasive sonoprobabilmente la prima causa di estinzione di specie animalinel mondo negli ultimi secoli, corresponsabili del 50 per centodei casi noti di estinzione e unica causa di estinzione di unquinto dei casi. E causano anche perdite economiche enormi,stimate in Europa in oltre 12 miliardi di euro all'anno". Ilprogetto, di durata quadriennale e che si concludera' nel2018.(AGI)Pg2/Mav