Regioni: Umbria, 90 mila euro per progetti delle scuole

(AGI) - Perugia, 2 dic. - Ammonta a 90 mila euro la sommadestinata dalla Giunta regionale dell'Umbria su propostadell'assessore all'Istruzione, Carla Casciari, a integrazionedelle risorse per l'attuazione del programma annuale per ildiritto allo studio 2014. Entro il 29 dicembre le istituzioniscolastiche, le associazioni, le societa', gli organismi e glienti privati e pubblici non aventi scopo di lucro, potrannopresentare progetti di rilevante contenutodidattico-pedagocico-sociale che abbiano ricadutanell'attivita' della scuola umbra. Il bando sara' pubblicatonel sito istituzionale della Regione Umbria, nella sezioneIstruzione/Bandi. "Il Piano triennale in materia - ha spiegatol'assessore Casciari

(AGI) - Perugia, 2 dic. - Ammonta a 90 mila euro la sommadestinata dalla Giunta regionale dell'Umbria su propostadell'assessore all'Istruzione, Carla Casciari, a integrazionedelle risorse per l'attuazione del programma annuale per ildiritto allo studio 2014. Entro il 29 dicembre le istituzioniscolastiche, le associazioni, le societa', gli organismi e glienti privati e pubblici non aventi scopo di lucro, potrannopresentare progetti di rilevante contenutodidattico-pedagocico-sociale che abbiano ricadutanell'attivita' della scuola umbra. Il bando sara' pubblicatonel sito istituzionale della Regione Umbria, nella sezioneIstruzione/Bandi. "Il Piano triennale in materia - ha spiegatol'assessore Casciari - prevede che la Regione assuma comeelemento strategico per l'intervento di sostegno allo sviluppodell'offerta formativa delle scuole, il riconoscimento dellacentralita' dell'autonomia scolastica come motoredell'innovazione, con particolare riguardo all'autonomiadidattica. L'obiettivo della Regione quindi, e' di incentivarei processi di qualita' attraverso la progettazione di attivita'didattiche innovative, sperimentali e di integrazioneterritoriale gia' inseriti nei Piani dell'offerta formativadelle singole scuole o dei nuovi Pof di territorio. Conl'assegnazione delle nuove risorse si va ad integrare la sommagia' ripartita a finanziamento del programma annuale 2014destinando cosi' l'intera somma prevista nel bilancio regionaleper il settore, compreso l'accompagnamento ai servizi per laprima infanzia".(AGI) Pg2/Sep