Regioni: Cintioli(Pd), ripristinare finanziamenti Lirico Spoleto

(AGI) - Perugia, 26 mar. - Il consigliere regionale GiancarloCintioli (Pd) ha chiesto alla Giunta regionale dell'Umbria di"attivarsi per ripristinare i finanziamenti che sono venutimeno per il mantenimento di un'istituzione di prestigio per lacultura nazionale e regionale qual e' il Teatro LiricoSperimentale 'Belli' di Spoleto". Cintioli ha ricordato che "laProvincia di Perugia, non solo dava un consistente contributoannuale ma, dal 2011, si era impegnata con la Banca Popolare diSpoleto al pagamento di 13mila euro l'anno fino al 2021 percoprire il mutuo acquisito dal Teatro". "Il venir meno delsostegno della Provincia,

(AGI) - Perugia, 26 mar. - Il consigliere regionale GiancarloCintioli (Pd) ha chiesto alla Giunta regionale dell'Umbria di"attivarsi per ripristinare i finanziamenti che sono venutimeno per il mantenimento di un'istituzione di prestigio per lacultura nazionale e regionale qual e' il Teatro LiricoSperimentale 'Belli' di Spoleto". Cintioli ha ricordato che "laProvincia di Perugia, non solo dava un consistente contributoannuale ma, dal 2011, si era impegnata con la Banca Popolare diSpoleto al pagamento di 13mila euro l'anno fino al 2021 percoprire il mutuo acquisito dal Teatro". "Il venir meno delsostegno della Provincia, che rappresenta il 10 per cento delbudget dello Sperimentale - ha proseguito il consigliere -,espone il 'Belli' al rischio di taglio dei contributi delMibact, visto che la nuova normativa ministeriale prevede lacompartecipazione al contributo statale". L'assessore regionalealla cultura, Fabrizio Bracco, dopo aver assicurato subitol'attenzione della Regione su questa "rilevante questione", hasottolineato che "la riforma delle Province ha portato quelladi Perugia a ritirarsi da tutti i numerosi soggetti culturali acui ha sempre contribuito negli anni". "Nella riforma - haspiegato - le risorse di competenza provinciale non sono statetrasferite alla Regione, a cui, addirittura, sono stateridotte. Al 'Lirico' di Spoleto e' stato sempre riconosciuto ungrandissimo valore culturale e Regione ha sempre contribuito inmodo consistente facendo grandi sforzi e continuera' comunquead impegnarsi per sostenere le manifestazioni culturali,artistiche, ma anche per l'alta formazione artistica"."Approfondendo il rapporto con il Ministero - ha concluso -,non manchera' l'impegno per risolvere le difficolta' attualiauspicando che il 'Lirico' possa uscire da questa situazioneche lo sta mettendo oggettivamente in seria difficolta'".(AGI) Pg2/Sep