Infrastrutture: Ciucci, lavori Anas rispettando ambiente e storia (3)

(AGI) - Perugia, 18 set. - "La ricerca dell'integrazione dellastrada nel territorio - ha sottolineato Ciucci - costituisceuna sfida e uno stimolo per i progettisti. Basti ad esempiopensare alla soluzione ingegneristica che ha consentito direcuperare l'intero percorso dell'Appia Antica che era statotagliato in due dal vecchio tracciato del Grande RaccordoAnulare di Roma; o alla nuova autostrada A3 Salerno-ReggioCalabria che, soprattutto nel tratto calabrese, 'scompare'lungo le dorsali montuose e non costituisce piu' una ferita peril territorio; ne e' uno straordinario esempio il mutamento dipaesaggio nel tratto Bagnara-Scilla consentendo il recupero dei

(AGI) - Perugia, 18 set. - "La ricerca dell'integrazione dellastrada nel territorio - ha sottolineato Ciucci - costituisceuna sfida e uno stimolo per i progettisti. Basti ad esempiopensare alla soluzione ingegneristica che ha consentito direcuperare l'intero percorso dell'Appia Antica che era statotagliato in due dal vecchio tracciato del Grande RaccordoAnulare di Roma; o alla nuova autostrada A3 Salerno-ReggioCalabria che, soprattutto nel tratto calabrese, 'scompare'lungo le dorsali montuose e non costituisce piu' una ferita peril territorio; ne e' uno straordinario esempio il mutamento dipaesaggio nel tratto Bagnara-Scilla consentendo il recupero deidelicati ambiti eco sistemici della Costa Viola". Analogaattenzione l'Anas pone alla difesa e alla tutela del patrimonioarcheologico". "In un'ottica di sviluppo sostenibile - hasottolineato il presidente Ciucci - tutti gli impatti devonoessere attentamente individuati e valutati gia' prima dellacostruzione di una strada, al fine di minimizzarne gli effettisia sull'ambiente sia sulla popolazione umana. Inoltre, talieffetti devono essere costantemente monitorati e, quandopossibile, contenuti e mitigati". (AGI)Red/Mav