Crisi: govenatrice Marini, far ripartire sviluppo area Terni-Narni

(AGI) - Perugia, 9 mar. - "Mettere al centro la ripartenzaeconomica e lo sviluppo di un territorio colpito dalla crisieconomica, anche nel cuore del proprio assetto industriale. Eil riconoscimento di area di complessa per Terni e Narni dovra'rappresentare lo strumento attraverso il quale le istituzioni,sia locali che nazionali, ed anche il sistema economico nel suocomplesso, dovranno sostenere insieme questo processo diripresa economica". E' quanto ha affermato la presidente dellaRegione Umbria, Catiuscia Marini, anticipando i temidell'intervento con cui si concludera' la seduta congiunta deiconsigli comunali di Terni e Narni sul tema

(AGI) - Perugia, 9 mar. - "Mettere al centro la ripartenzaeconomica e lo sviluppo di un territorio colpito dalla crisieconomica, anche nel cuore del proprio assetto industriale. Eil riconoscimento di area di complessa per Terni e Narni dovra'rappresentare lo strumento attraverso il quale le istituzioni,sia locali che nazionali, ed anche il sistema economico nel suocomplesso, dovranno sostenere insieme questo processo diripresa economica". E' quanto ha affermato la presidente dellaRegione Umbria, Catiuscia Marini, anticipando i temidell'intervento con cui si concludera' la seduta congiunta deiconsigli comunali di Terni e Narni sul tema dell'area di crisicomplessa Terni-Narni. "Come Regione - ha detto la presidente -siamo impegnati a mettere a disposizione risorse aggiuntivederivanti dalla programmazione dei fondi comunitari, per cio'che riguarda azioni di politiche industriali, di efficienzaenergetica, interventi infrastrutturali sia materiali cheimmateriali, e per le politiche attive del lavoro per idipendenti delle aziende dell'indotto Ast". "Sono tutte misuredi grande importanza - ha aggiunto - che devono sostenere laripresa economica e favorire anche investimenti da parte dinuove aziende. Tutte azioni che noi abbiamo messo in campo eche vorremmo fossero ricomprese nell'eventuale futuro accordodi programma con il governo". "Riteniamo che il territorio chedovra' essere interessato - ha concluso la presidente Marini -debba comprendere, oltre all'area dei comuni di Terni e Narni,anche quelle di San Gemini e Stroncone". (AGI) Pg1/Vic