Arte: Guasticchi, con celebrazioni Burri Umbria capitale cultura

(AGI) - Perugia, 12 mar. - "Con le celebrazioni per ilcentenario della nascita di Alberto Burri, oggi l'Umbriaindossa i panni di autentica Capitale della cultura e dell'artedi tutto il mondo. Mai un titolo e' stato piu' appropriato perqualificare il lavoro di programmi, eventi, iniziative eattivita' espositive che il Comitato Nazionale e la FondazioneBurri, coadiuvati dalle istituzioni regionali, comunali (inprimis il Comune di Citta' di Castello) e provinciali umbrehanno reso possibile". Lo afferma in una nota Marco VinicioGuasticchi, componente della direzione nazionale Pd inoccasione del via libera alle celebrazioni del centenario

(AGI) - Perugia, 12 mar. - "Con le celebrazioni per ilcentenario della nascita di Alberto Burri, oggi l'Umbriaindossa i panni di autentica Capitale della cultura e dell'artedi tutto il mondo. Mai un titolo e' stato piu' appropriato perqualificare il lavoro di programmi, eventi, iniziative eattivita' espositive che il Comitato Nazionale e la FondazioneBurri, coadiuvati dalle istituzioni regionali, comunali (inprimis il Comune di Citta' di Castello) e provinciali umbrehanno reso possibile". Lo afferma in una nota Marco VinicioGuasticchi, componente della direzione nazionale Pd inoccasione del via libera alle celebrazioni del centenario delmaestro Alberto Burri. "C'e' stata - aggiunge - una grandelungimiranza, gia' due o tre anni or sono, quando, ad operaanche dei parlamentari umbri, il governo e' stato sollecitato aprepararsi per tempo a dare un degno scenario alle celebrazionidel centenario di Burri. La presenza in Umbria del ministroFranceschini rappresenta la continuita' e l'approfondimento diquanto, legislativamente, si e' fatto a Roma per renderesplendente e ricca la giornata di oggi e i mesi che verranno.""Tutto e' predisposto - prosegue Guasticchi - perche' si possacapire l'opera di Burri come, finora, non era mai statopossibile fare: merito dei tempi che maturano, della criticad'arte che e' capace di leggere meglio e di spiegare ilsignificato dell'opera del grande artista, del desiderio dellagente, del pubblico, di avvicinarsi a un'arte contemporaneafinora sentita lontana." "La strada che indicano lecelebrazioni si pongono efficacemente nella direttrice lungo laquale le esortazioni del presidente del Consiglio, MatteoRenzi, sollecitano l'Italia ad uscire dal suo impassepromuovendo se stessa nella sua immensa creativita' e nella suagrande capacita' di rinnovamento, quella creativita' e quelrinnovamento - conclude Guasticchi - che Alberto Burri hasaputo ben leggere, come lascito ereditario di stupendorilievo, nei suoi precursori dell'arte rinascimentale e neitratti rinascimentali della sua citta' natale".(AGI)Red/Mav