Ambiente: Rometti (Umbria), tavolo Tevere per progetti condivisi

(AGI) - Perugia, 17 lug. - Lavorare su una progettazioneintegrata di salvaguardia del Bacino del Tevere: con questafinalita' si e' insediato oggi, all'assessorato per l'ambientedella Regione Lazio, il tavolo interregionale per la tutela delfiume Tevere costituito dalle Regioni Lazio, Toscana, Umbria,dal Comune di Roma e dall'Autorita' di Bacino del fiume Tevere."Il principale obiettivo del progetto - commenta l'assessoreall'Ambiente della Regione Umbria - e' di attivare forme dicollaborazione che possano ottimizzare al meglio gli strumentie le risorse derivanti da diverse fonti finanziarie adisposizione di ciascun soggetto coinvolto. Cio' per attuareazioni

(AGI) - Perugia, 17 lug. - Lavorare su una progettazioneintegrata di salvaguardia del Bacino del Tevere: con questafinalita' si e' insediato oggi, all'assessorato per l'ambientedella Regione Lazio, il tavolo interregionale per la tutela delfiume Tevere costituito dalle Regioni Lazio, Toscana, Umbria,dal Comune di Roma e dall'Autorita' di Bacino del fiume Tevere."Il principale obiettivo del progetto - commenta l'assessoreall'Ambiente della Regione Umbria - e' di attivare forme dicollaborazione che possano ottimizzare al meglio gli strumentie le risorse derivanti da diverse fonti finanziarie adisposizione di ciascun soggetto coinvolto. Cio' per attuareazioni condivise di tutela idraulica e qualitativa dell'interoBacino. La proposta progettuale integrata si basa su l'utilizzodi strumenti trasversali, non solo quelli direttamentecollegati all'ambiente, ma anche al turismo, all'agricoltura,allo sviluppo e supporto dell'imprenditoria e al settore dellenuove tecnologie. E, da un punto di vista finanziario -conclude - sull'utilizzo sinergico dei Programmi operativiregionali e nazionali, delle risorse dirette e nazionali, cheinsieme possono costituire un congruo pacchetto di provvidenzeper la realizzazione degli interventi". Fra i temi cheentreranno a far parte del progetto, la conservazione dellabiodiversita', la tutela degli equilibri idraulici eidrogeologici, la riqualificazione del paesaggio e dei valoristorico-culturali del territorio, il recupero di aree marginalie di ambienti degradati, l'applicazione di metodi di gestione,anche per la salvaguardia dei valori antropici e delleattivita' agro-silvo-pastorali, la qualificazione e promozionedelle attivita' economiche e dell'occupazione locale. (AGI)Pg1/Sep