Fiorentina corsara a Cagliari, finisce 4-0

(AGI) - Cagliari, 30 nov. - Un poker che vale la terza vittoriaconsecutiva lontano dal 'Franchi' tra campionato ed EuropaLeague. La Fiorentina dimostra di essere in salute anche al'Sant'Elia', rifilando un eloquente 4-0 al Cagliari, rimasto inpartita per oltre un tempo e incapace di sfruttare, soprattuttoin avvio di ripresa, le palle gol che avrebbe permesso agliisolani di agguantare un pari che, fino a quel momento,avrebbero anche meritato. E, invece, a far festa sono i viola,che portano a casa l'intera posta in palio con una doppietta diMati Fernandez e le reti di

(AGI) - Cagliari, 30 nov. - Un poker che vale la terza vittoriaconsecutiva lontano dal 'Franchi' tra campionato ed EuropaLeague. La Fiorentina dimostra di essere in salute anche al'Sant'Elia', rifilando un eloquente 4-0 al Cagliari, rimasto inpartita per oltre un tempo e incapace di sfruttare, soprattuttoin avvio di ripresa, le palle gol che avrebbe permesso agliisolani di agguantare un pari che, fino a quel momento,avrebbero anche meritato. E, invece, a far festa sono i viola,che portano a casa l'intera posta in palio con una doppietta diMati Fernandez e le reti di Gomez (ma quanti errori prima diuna gioia che gli mancava dallo scorso marzo) e Cuadrado. Zemaninserisce Farias nel suo tridente, con Ekdal e Conti a farlegna in mazzo al campo; Montella invece getta subito nellamischia Cuadrado e Gomez, schierando la difesa a tre echiedendo un super lavoro, sulla fascia, a Joaquin. Il Cagliariinizia meglio ma e' la Fiorentina a farsi viva per prima al 4',con una punizione di Mati Fernandez deviata in corner daCragno. Sterile possesso per gli isolani, che soffrono lavelocita' dei viola, vicino al gol al 16' con una incornata diBasanta, su cross di Mati Fernandez, neutralizzato in qualchemodo da Cragno, poi graziato da Gomez. Il vantaggio dei toscanie' solo rimandato di un minuto perche', al 17', Mati Fernandeztaglia l'area di casa con una punizione che si infiladirettamente alle spalle dell'estremo locale. La gara sale diritmo, Ekdal (25') e Cuadrado (26') si fanno minacciosi, Cossual 28' impegna Neto in due tempi e Gomez, al 32', sfiora unclamoroso autogol. Ibarbo e' uno spauracchio in contropiede,Alonso al 38' manca il bersaglio grosso e, primadell'intervallo, e' proprio il colombiano agli ordini di Zemana fallire l'1-1, mettendo a lato a tu per tu con Neto. Ipadroni di casa iniziano a mille la ripresa: Farias e Cossufalliscono il gol al 4', ancora il brasiliano, al 5', calcia acolpo sicuro sul corpo di Savic, divorandosi un pareggio chesembrava fatto. La dura legge del calcio punisce allora ilCagliari al 10' con un tiro da fuori area di Mati Fernandez,che sigla la sua personale doppietta, chiudendo in pratica lapartita.I sardi infatti faticano a reagire e gli ospiti nonpossono che dilagare. Gomez al 16' fa le prove generali per ungol che arrivera' al 25', dopo una gran parata di Cragno suBorja Valero.Il tedesco si invola verso la porta avversaria,prende la mira e sigla lo 0-3. La Fiorentina fa accademia e,gia' che c'e', mette sul tavolo il poker con Cuadrado, messo incondizione di nuocere da Borja Valero. C'e' anche una gran retedi Aquilani annullata per fuorigioco, poi il Cagliari provaalmeno a sporcare il suo score senza pero' riuscirvi, sprecandonel recupero con Longo (e Borja Valero, con un lob dacentrocampo, fa sbattere la sfera sulla traversa). I violafesteggiano un successo che vale tanto sia in termini difiducia che di classifica (i punti sono ora 19), i sardi, cherestano fermi a quota 11, possono solo recriminare per le tanteoccasioni sprecate sull'1-0 per Pizarro e compagni. (AGI).