Usura: sequestrati beni per 5 mln a indagato catanese

(AGI) - Palermo, 19 giu. - Beni per un valore complessivo di 5milioni di euro sono stati sequestrati a un pregiudicato diCatania, Salvatore Lo Miglio, 53 anni, arrestato nel febbraiodel 2014 per usura nell'ambito di un'operazione chiamata "Moneylender" che aveva coinvolto 30 persone accusate di gestire unracket di strozzinaggio legato ai clan mafiosi Santapaola eLaudani. Il provvedimento patrimoniale, emesso dalla sezioneMisure di prevenzione del Tribunale di Catania, e' statoeseguito dalla Guardia di finanza e dalla polizia di Stato. Ilsequestro ha riguardato quote delle societa' "Brucalo srl","Generazione spontanea srl" e "Crml

(AGI) - Palermo, 19 giu. - Beni per un valore complessivo di 5milioni di euro sono stati sequestrati a un pregiudicato diCatania, Salvatore Lo Miglio, 53 anni, arrestato nel febbraiodel 2014 per usura nell'ambito di un'operazione chiamata "Moneylender" che aveva coinvolto 30 persone accusate di gestire unracket di strozzinaggio legato ai clan mafiosi Santapaola eLaudani. Il provvedimento patrimoniale, emesso dalla sezioneMisure di prevenzione del Tribunale di Catania, e' statoeseguito dalla Guardia di finanza e dalla polizia di Stato. Ilsequestro ha riguardato quote delle societa' "Brucalo srl","Generazione spontanea srl" e "Crml srl", che operavanorispettivamente nei settori della ristorazione, delleassicurazioni e delle sale giochi, 22 immobili, tra cui unavilla a San Giovanni La Punta (Catania), un condominio con 24appartamenti a Misterbianco (Catania), intestato alla madredell'indagato, e per il resto edifici in gran parte nelterritorio di Letojanni (Messina), titoli e conti correntibancari, tre automezzi. A fronte di un tale patrimonio, LoMiglio, secondo i finanzieri, aveva dichiarato al fisco unreddito di 40.000 euro. (AGI).

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it