Truffe: in permesso per il padre malato, andava a gare di tango

(AGI) - Palermo, 5 mar. - In permesso retribuito per assistereil padre malato, come previsto dalla legge 104, una insegnantedi Palermo in effetti andava a gare di ballo. Lo ha scoperto lapolizia di Stato, che ha denunciato la donna, di 39 anni, pertruffa aggravata e continuata ai danni dello Stato e falsita'ideologica. La docente, in servizio in un istituto superiore,ha gestito negli ultimi mesi la concessione di permessiretribuiti per occuparsi del padre, affetto da invalidita'totale. Secondo quanto emerso dai riscontri degli agenti delcommissariato San Lorenzo, pero', in concomitanza di almenoquattro

(AGI) - Palermo, 5 mar. - In permesso retribuito per assistereil padre malato, come previsto dalla legge 104, una insegnantedi Palermo in effetti andava a gare di ballo. Lo ha scoperto lapolizia di Stato, che ha denunciato la donna, di 39 anni, pertruffa aggravata e continuata ai danni dello Stato e falsita'ideologica. La docente, in servizio in un istituto superiore,ha gestito negli ultimi mesi la concessione di permessiretribuiti per occuparsi del padre, affetto da invalidita'totale. Secondo quanto emerso dai riscontri degli agenti delcommissariato San Lorenzo, pero', in concomitanza di almenoquattro periodi di permesso si e' recata all'estero con ilproprio compagno, un ballerino professionista, per partecipare ad alcune competizioni europee di tango argentino, l'ultimadelle quali tenutasi ad Amsterdam. In una di queste occasioni,la donna ha prestato il proprio volto a un manifestopubblicitario per un'esibizione in Spagna, rintracciabile anchesu Internet. Il Miur, attraverso l'Ufficio scolastico regionaleper la Sicilia, ha gia' richiesto informazioni per glieventuali aspetti di natura disciplinare a carico delladocente. (AGI).