Stato-mafia: De Mita, Falcone mi disse "boss eleveranno scontro"

(AGI) - Palermo, 25 set. - "Falcone, il 15 marzo del 1992, midisse: preparatevi perche' la mafia, dopo la conferma dellecondanne del maxi-processo, deve organizzarsi ed elevera' illivello di scontro con lo Stato". Lo ha detto Ciriaco De Mita,rispondendo alle domande del sostituto Nino Di Matteo, alprocesso sulla trattativa Stato-mafia. E ancora: "'Doveteprepararvi all'elevazione dello scontro tra la mafia e loStato', mi ribadi' Falcone. Gli chiesi perche' queste cose nonle scriveva. E lui aggiunse: 'perche' queste cose per ora nonpassano'". De Mita sostiene che dopo l'omicidio Lima, Falconechiese attraverso un

(AGI) - Palermo, 25 set. - "Falcone, il 15 marzo del 1992, midisse: preparatevi perche' la mafia, dopo la conferma dellecondanne del maxi-processo, deve organizzarsi ed elevera' illivello di scontro con lo Stato". Lo ha detto Ciriaco De Mita,rispondendo alle domande del sostituto Nino Di Matteo, alprocesso sulla trattativa Stato-mafia. E ancora: "'Doveteprepararvi all'elevazione dello scontro tra la mafia e loStato', mi ribadi' Falcone. Gli chiesi perche' queste cose nonle scriveva. E lui aggiunse: 'perche' queste cose per ora nonpassano'". De Mita sostiene che dopo l'omicidio Lima, Falconechiese attraverso un comune amico magistrato di incontrarlo,fatto che avvenne a Roma, il 15 marzo del '92. Durante quelcolloquio - avvenuto in macchina lungo il tragitto tra l'hotelHilton e l'Eur - "Falcone mi disse anche che Lima non eramafioso". (AGI).